[44] Date viaggio: 23 set 2017 - 30 set 2017

Il Sentiero degli Dei

Costiera Amalfitana

La Costa Amalfitana

    'A perla cchiù bella ca all'Italia ce stà,
    è'a costa Amalfitana,
    tutto o munno ca ven e ca và.
    Nu profumo de zagare n'fiore,
    e nell'aria se sent l'ammore
    e tutta la gente alleramente,
    ca stà intu a stu Paravis.
    E lu mare ca iesce e po trase
    da rint a sti rocce,
    ca è blu comm a l'uocchi e na bella creatura,
    e abballan l'onn, ao vient, se chiaman e fronn,
    se sent l'addore int all'aria e cedri e purtuali.
    O sole ca sparge brillanti n'goppa all'acqua d'o mare,
    le barche cu e rezze, addò pesce esce e recresce
    e o nu cant antico e nu vecchio piscatore.
    Nu posto ca è chien e fiur e giardini,
    addò tutt se scorda,
    addò vita s'accorda cu musica e core
    è la costa cchiù bella, è comm a na rosa
    addò l'anema tutta s'apposa.

Anna De Santis

La Costiera Amalfitana, un vero paradiso naturale, è uno dei “Patrimoni dell’umanità” che l’UNESCO ha dichiarato nel 1997. La conformazione del territorio lo rende simile ad un terrazzo sospeso tra le acque blu del Tirreno e l’azzurro del cielo. Questi luoghi sono noti in tutto il mondo per essere terra di limoni, di meravigliose spiagge e di abitazioni affacciate sul mare e nascoste nel labirinto di sentieri e vie antiche. Indimenticabile.

Da vedere:

Pane,amore e......Dino Risi (1955)

 

Da leggere:

La Divina: Cartoline della Costiera Amalfitana

Mario Carotenuto

 

 

 

Sa 23: Ritrovo nel pomeriggio/serata a Corpo di Cava, sopra Cava de Tirreni, presso la bellissima struttura dove alloggeremo. Al mattino successivo colazione indimenticabile.

Do 24: Corpo di Cava  – Maiori
7h - [+550/-950]
Dalla badia di Corpo di Cava, antica abbazia benedettina, saliremo fino al panoramicissimo Santuario dell'Avvocata con i primi splendidi panorami sul mare, passando da un paio di punti caratteristici come le vene di S.Pietro, dove troveremo acqua fresca da bere. Infine scenderemo a Maiori per lunga scalinata. Notte in residence.

Lu 25: Maiori - Minori - Ravello - Amalfi - Puntone
7h - [+550/-550]
Con altre interminabili scalinate dopo aver raggiunto Minori, immersi nel profumo di centinaia di alberi di limoni, arriviamo a Ravello, dove visteremo la famosa terrazza dell’infinito a villa Cimbrone. Scendiamo ad Atrani dove faremo una sosta pranzo presso un ristorante tipico o in spiaggia per chi vorrà. Poi in breve ad Amalfi dove in base all'orario potremo anche visitare il museo della carta, e infine per sentiero panoramico, ma con impegnativa salita, concluderemo anche questa lunga giornata al Puntone. Notte in B&B.

Ma 26: Puntone - Valle delle Ferriere - Agerola S.Lazzaro
5/6h - [+600/- 300]
Un bellissimo sentiero che penetra all'interno della penisola sorrentina tra magnifici boschi di querce e specie vegetali endemiche e preziose, ammireremo tra i più bei panorami del trekking. Cercheremo di arrivare per pranzo in modo da avere il pomeriggio libero, si dorme in un caratteristico campeggio che fa parte di un'antica abitazione.

Me 27: S.Lazzaro - Bomerano – Nocella - S.Maria del Castello
7h - [+850/- 850]
Con un breve trasferimento in autobus arriveremo a Bomerano. E’ la giornata del sentiero degli Dei che, sospeso tra le acque blu del Tirreno e l’azzurro del cielo, non potremo più scordare. Dopo una sosta pranzo in un'ottima trattoria di Nocella saliremo a S.Maria del Castello in un agriturismo tra i più accoglienti dell'intero cammino.

Gi 28: Giorno Jolly
Possiamo riposarci tranquillamente approfittando della gentilezza e dell'ospitalità dei proprietari, oppure scendere per visitare Positano o anche salire al molare, una montagna che sovrasta il paese.

Ve 29: S.Maria in Castello - Vico Equense - Punta Campanella - Nerano - Marina del Cantone
7h - [+650/- 400]
Partendo presto al mattino sarà possibile, con un articolato trasferimento in treno e bus, farci portare al paese di Termini dove avrà inizio il cammino forse più spettacolare, che ci porterà prima a punta Campanella e poi con una impegnativa salita e un'altrettanto impegnativa discesa fino a Marina del Cantone. Panorami speciali sulla baia di Ieranto e sull’isola di Li Galli. Notte in campeggio.

Sa 30: Marina del Cantone e trasferimento a Sorrento
5h - [+750/- 500]
Dopo una breve ma panoramicissima passeggiata su un bel sentierino immerso nella macchia mediterranea prenderemo l'autobus per Sorrento dove sarà possibile concederci un'ultima ottima pizza e poi nel primo pomeriggio ci aspetta la ferrovia circumvesuviana per la stazione di Napoli.

Inizio viaggio:

Sabato 23 da cava de’Tirreni nella struttura dove passeremo la notte


Fine viaggio:

Sabato 30 a Sorrento e poi a Napoli in  tempo per i treni.


Cammino:

Si cammina su sentieri costieri, scalinate, viuzze e campi terrazzati.


Notti:

Alberghi, agriturismi e pensioni in camere multiple (2-4 persone) con bagni in camera.


Pasti:

Pranzi e cene sempre in piccole trattorie o nelle strutture dove alloggeremo.


Sapori tipici:

Pizze con mozzarelle di bufala, pesce cucinato in tutte le maniere e dolci assortiti, per finire con un buon bicchiere di limoncello!


Difficoltà:

2 su 4. Si tratta di un viaggio impegnativo per dislivelli ed ore di cammino.


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

Secondo una leggenda il paese prende il nome da Amalfi, una ninfa amata da Ercole che fu sepolta qui per volere degli dei. Sicuramente abitata dai Romani, che erano fuggiti sui Monti Lattari per scampare alle invasioni germaniche e longobarde, era un castrum per la difesa del Ducato Bizantino di Napoli. La città godeva di un rapporto privilegiato con Bisanzio per l’abilità degli Amalfitani nel commercio marittimo. É ormai accertato che furono loro per primi ad inventare la bussola quale strumento di orientamento marinaro magnetico “a secco” ed a diffonderla nel Mediterraneo entro la prima metà del XIII secolo...Questa abilità marinaresca e le grandi capacità diplomatiche permisero agli Amalfitani di navigare attraverso tutto il Mediterraneo stabilendo rapporti commerciali e pacifici con tutti i popoli limitrofi, compresi i Saraceni.

Quota di partecipazione: € 245 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).
Spese previste: € 390, da portare con sé per mangiare e dormire. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi e al comportamento del gruppo.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Note

I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "Autorizzo", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono:i responsabili del sito dichiarano che, in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003, i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste; l'utente gode dei diritti di cui all'art. 13 Legge 196/2003

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione