La Via Romea Strata

Crinali dell'Appennino Pistoiese

Toscana
Da sab 17 ago 2024 a lun 19 ago 2024
Codice viaggio [50]

« Ancor più che fuori, le cause della guerra sono dentro di noi. Sono in passioni come il desiderio, la paura, l’insicurezza, l’ingordigia, l’orgoglio, la vanità. Lentamente bisogna liberarcene. Dobbiamo cambiare atteggiamento. Cominciamo a prendere le decisioni che ci riguardano e che riguardano gli altri sulla base di più moralità e meno interesse. Facciamo più quello che è giusto, invece di quel che ci conviene. Educhiamo i figli ad essere onesti, non furbi. » 
Tiziano Terzani, Lettere contro la guerra (2002)

Dettagli del viaggio

Durata

3 gg

Difficoltà

    Difficoltà Livello 7

Info

    Pensione Zaino in spalla Itinerante

Quota di partecipazione: € 150 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 170 da portare con sé per mangiare, dormire e funivia a/r. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccoli cambiamenti in più o in meno legati a variazioni di prezzi e al comportamento del gruppo.

Il viaggio

La Via Romea Strata è una storica via di transito, che, insieme ad altri cammini internazionali, ha contribuito nei secoli a costruire le basi fondanti della cultura europea grazie ai continui scambi di persone, merci e tradizioni. La Romea Strata ha rappresentato da sempre un’importante rotta europea, una rete di vie che, partendo dall’Europa centro orientale si diramavano verso Roma. In Toscana la Via Romea Strata scavalca l’Appennino al Passo di Croce Arcana, attraversando la Montagna Pistoiese con i suoi borghi storici, le valli meravigliose e incontaminate. Percoriamo i crinali appenninici che in questa stagione sono accarezzati dal vento che pettina il biondeggiante paleo e rinvigorisce le garrighe e le distese di mirtilli e lamponi.

Scopri di più

Sa 17: Doganaccia - Lago Scaffaiolo
16 km - 6 h - [+/-1110]
Ci troviamo in località Cutugliano, che raggiungiamo con i mezzi propri, oppure con il bus. Arriviamo alla località Doganaccia con la seggiovia. Dalla Doganaccia iniziamo il nostro cammino, passando per il Passo di Croce Arcana e per il lago Scaffaiolo, raggiungiamo il Corno alle scale dal quale poi rientriamo. Si dorme alla Doganaccia. 

Do 18: Cima Tauffi, Monte Rotondo, Libro Aperto, Abetone
14 km - 7 h -[+764]
Partendo dalla Doganaccia, il percorso verso ovest in direzione Abetone dove c’è la nostra destinazione. Lungo i crinali passando per la Cima Tauffi, Monte Rotondo, Libro Aperto, Abetone. Si dorme all’Abetone. 

Lu 19: Passo dell'Abetone
15 km - 6 h -  [+250/-800]
L'ultimo giorno del nostro trekking comincia ai 1388 m di altitudine del passo dell'Abetone, salutiamo le piramidi erette in ricordo della costruzione della strada Ximeniana nata per collegare il porto di Livorno agli stati Asburgici del nord Italia nel 1778. La tappa è una lunga e incantevole discesa nella valle del torrente Lima, tocchiamo antichi insediamenti longobardi e rientriamo infine al medievale borgo di Cutigliano.

Inizio viaggio:

sabato 17 ci troviamo alle ore 10:00 a Cutigliano.

Cutigliano si raggiunge arrivando alla stazione ferroviaria di Pistoia e proseguendo in autobus in circa 1 ora e mezzo.


Fine viaggio:

lunedì 19 ore 16 a Cutigliano.


Cammino:

sentieri di montagna, piccole porzioni di strada asfaltata.


Notti:

hotel.


Pasti:

cene in struttura e pranzi al sacco.


Sapori tipici:

necci, castagnaccio, mirtilli, farina di castagne, pecorino a latte crudo della montagna pistoiese, funghi porcini.


Difficoltà:

si tratta di un viaggio itinerante con zaino in spalla.


Note:

il percorso e gli alloggi possono subire modifiche in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

La storia del Viaggio è legata alla memoria di Tiziano Terzani, giornalista e scrittore Fiorentino che ha passato il tempo del suo fine vita tra le montagne dell'Orsigna, in cerca di pace e di risposte. 

La storia di questo trekking si unisce a tutto il panorama della montagna pistoiese, terra di confine, spartiacque tra i due versanti appenninici, punto nevralgico per i traffici commerciali e controlli di potere, nella cornice di crinali dominati dalle steppe e dai mirtilli.

Quota di partecipazione: € 150 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 170 da portare con sé per mangiare, dormire e funivia a/r. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccoli cambiamenti in più o in meno legati a variazioni di prezzi e al comportamento del gruppo.