[52] Date viaggio: 02 set 2022 - 04 set 2022

  • Senza zaino

Appennino Lucano

Sentiero Madonna Nera, Viaggiano

"La Madonna nera non è, per i contadini, né buona né cattiva; è molto di più. Essa secca i raccolti e lascia morire, ma anche nutre e protegge; e bisogna adorarla. In tutte le case, a capo del letto, attaccata al muro con quattro chiodi, la Madonna di Viggiano assiste, con i grandi occhi senza sguardo nel viso nero, a tutti gli atti della vita"
Carlo Levi

Un percorso abbandonato. Una consuetudine passata. Un cammino lungo quaranta chilometri su una pista mai più battuta. Da dieci anni è diventata una nuova tradizione, un’immersione nella natura che si conclude con la scoperta di uno dei riti collettivi più sentiti della Basilicata. 

Ve 2: Satriano – Rifugio Fontana delle Brecce
12 km - [+600] 
Partenza ore 10:00 da Satriano. Pranzo a sacco tra i faggi maestosi della Costara di Sasso di Castalda. Sistemazione in tenda, preparazione della cena in condivisione. Qui ci dovremo adattare poiché dove alloggiamo non ci sono bagni. 

Sa 3: Montagna Grande di Viggiano
20 km - [+1300]
Tappa impegnativa che costeggia lo stagno di Piana del Lago e risale sui crinali dell’Appennino fino al Monte Calvelluzzo (1700 metri). Subito dopo si scende al passo dei Tre confini (1470 metri) e si risale sul Monte Volturino (1835 metri) e si scende a Piano Imperatore e Tuppo delle Seti (1250 metri). Si prosegue verso il quadrivio per l'ultima salita fino al Santuario della Madonna di Viggiano (1720) per la cena e la notte. Allestimento delle tende, preparazione della cena in condivisione. Qui ci sono i bagni.

Do 4: Montagna Grande di Viggiano - Viggiano paese
12 km - [-700]
Sveglia musicale intorno alle 3:00 quando i suonatori salgono al monte. Alle 5:00 inizia la processione con la discesa verso il paese. Ultimi 12 chilometri. Arrivo previsto in paese alle 11:30. Nel primo pomeriggio un bus ci riporta al punto di partenza.

Inizio viaggio:

venerdì 2 ore 10:00 in piazza principlae Satriano di Lucania. Si raggiunge dalla stazione dei treni o dei bus di Potenza, qui si organizzano brevi trasferimenti per raggiungere la piazza di Satriano.


Fine viaggio:

Domenica 4 alle ore 17:00 in piazza principlae Satriano di Lucania. Da qui organizziamo il trasferimento per chi è arrivato cin i mezzi pubblici, verso Potenza.


Cammino:

le prime due tappe sono su sentiero, l'ultima tappa prevede alcuni tratti su asfalto.


Notti:

in tenda propria che verrà trasportata dai mezzi lungo il percorso.


Pasti:

pranzi a sacco e cene da preparare insieme al resto del gruppo.


Sapori tipici:

Cazun (ravioli di ricotta) al sugo, agliulin' (taglierini) o trighidduzz' con legumi, Rafanata (frittata con rafano), P'prussa crusch' (peperoni secchi).


Difficoltà:

2 + su 4. si tratta di un viaggio itinerante con trasporti bagagli. Non ci sono ristoranti, bar o docce lungo il percorso. Ci si inoltra nel cuore selvaggio del Parco Nazionale Appennino Lucano dove non ci sono servizi igienici per le prime due tappe. Viaggio spartano idoneo esclusivamente per persone con apertura mentale disposte a dormire in tenda, preparare la cena insieme al resto del gruppo. E' previsto il trasporto per il bagaglio, per il cibo delle cene e per le tende. 


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

In Basilicata i pellegrinaggi sono stati importanti momenti di evasione. Di condivisione. Prima che la memoria di questo cammino andasse perduta è stata recuperata l’antica di tradizione di raggiungere a piedi il santuario di una delle Madonne Pellegrine più importanti del Sud Italia. La prima domenica di maggio la statua sale al monte, trasportata a spalle dal paese. Rimane sulla vetta della montagna per tutta l’estate. La prima domenica di settembre scende in paese con una processione lunga 12 chilometri. Come nei secoli scorsi, ancora oggi, si accompagna la Madonna con canti e balli tradizionali a suon di organetti, zampogne e ciaramelle. Centinaia di cinti votivi portati in equilibrio sulla testa danzano a ritmo di tarantelle e suonate arcaiche. Cammineremo due giorni sulla dorsale dell’Appennino Lucano prima di raggiungere la Montagna Grande di Viggiano. La mattina del terzo giorno si prosegue il cammino partecipando alla festa.

Quota: 110 €, da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: 100 €. Da portare con sé per mangiare,  pernottamento. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi ed al comportamento del gruppo.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Telefono *

Note

Presto il consenso ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”) al trattamento dei miei dati personali ai fini di un contatto commerciale (Privacy)

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione