Le città  del Tufo

Sorano, Pitigliano, Sovana e Vitozza

Toscana
Da gio 15 feb 2024 a dom 18 feb 2024
Codice viaggio [93]

"Ogni collina un borgo. Ogni borgo una storia. Ogni storia un segreto da raccontare."
Fabrizio Caramagna

Dettagli del viaggio

Durata

4 gg

Difficoltà

    Difficoltà Livello 4

Info

    Pensione Senza zaino Base fissa

Quota: € 160 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 170 da portare con sé per mangiare e dormire. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccoli cambiamenti in più o in meno legati a variazioni di prezzi e al comportamento del gruppo

Il viaggio

Un viaggio tra natura, storia e magia, lungo gli antichi e misteriosi percorsi etruschi che connettono le città del tufo: Sorano, Pitigliano, Sovana e Vitozza. Costruite sulle rupi a picco sulle vallate del Lente e unite da una rete di strade etrusche scavate nella roccia migliaia di anni fa: le vie cave.

Scopri di più

Gi 15: La città perduta di Vitozza
6 km - 3 h – [+/- 100]
La prima mezza giornata alla scoperta di questo territorio unico,  inizia dall'area di Vitozza a pochi passi da dove dormiamo. Un’antica città per molti secoli grande e potente…oggi ricoperta di boschi con più di 200 case-grotta, testimoni della vita passata,  che occhieggiano tra le  fronde. 

Ve 16: Un anello per scoprire Pitigliano
12 km - 4 h - [+/-250]
Una passeggiata che ci porta a scoprire i paesaggi scavati nella roccia e la calda rupe di tufo su cui sorge il borgo di Pitigliano. Vie cave, cascate e antichi mulini ci rivelano il lato segreto di questo affascinante borgo medievale. Esploriamo con calma la piccola Gerusalemme, con i suoi vicoletti e le abitazioni incastonate nel tufo.

Sa 17: Pitigliano - Sovana, sulle vie etrusche
10 km - 5 h - [+/-300]
Dai boschi nei pressi di Pitigliano iniziamo a seguire l'antico tracciato etrusco fino ad arrivare a Sovana. Scendiamo e poi saliamo attraverso alcune delle famose Vie Cave, antichi percorsi sacri di origine etrusca, attraversando pianori con incisioni misteriose e panorami incredibili. All'arrivo a Sovana visitiamo il centro e la cattedrale di San Pietro e Paolo.

Do 18: Sorano, la città sospesa
5 km - 4 h - [+/-250]
Il borgo di Sorano, costruito su uno sperone di roccia a picco sulla ripida vallata del Lente, domina dall'alto i boschi circostanti. Dopo una visita alla fortezza Orsini, scendiamo nel cuore medievale dove ogni angolo è uno scorcio medievale, per arrivare a percorrere l’antica via cava di San Rocco, tagliata nel tufo dagli etruschi migliaia di anni fa: una delle più belle d’Etruria. Saluti e partenza

Inizio viaggio:

Giovedì  15 alle ore 14:30 a Sorano.

Si raggiunge in treno fino ad Orvieto, da qui si prosegue in autobus. La guida mette a disposizione un passaggio dalla stazione di Orvieto al un costo di 20 euro a persona a tratta.
Il transfert della guida ha solo 8 posti.

 


Fine viaggio:

Domenica 18, alle ore 15:00 a Sorano per chi viene in auto propria.
Per chi ha bisogno del passaggio dalla guida, alle ore 16:15 arriviamo in stazione a Orvieto.


Cammino:

strade bianche , sentieri sterrati, Vie Cave rocciose spesso umide.


Notti:

in albergo in camere doppie. Su richiesta è possibile avere la camer singola con un supplemento di 15 euro a notte in più.


Pasti:

pranzi al sacco e cene in struttura.


Sapori tipici:

pici, gnocchi e pappardelle fatti in casa all'aglione, formaggi della zona e vino di Pitigliano.


Difficoltà:

2 su 4. Si tratta di un viaggio a base fissa e con poco dislivello


Note:

il percorso e gli alloggi possono subire modifiche in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

Da prima antichi insediamenti abitati dagli etruschi, divennero poi imponenti centri altomedievali dominati dalla famiglia longobarda degli Aldobrandeschi e poi in mano agli Orsini, che resero queste città delle fortezze invalicabili e ogni epoca ha lasciato le sue tracce.

Scopriamo Pitigliano, con i suoi panorami famosi in tutto il mondo, Sovana un gioiello trecentesco dove il tempo sembra essersi fermato, Sorano con la sua imponente fortezza e Vitozza, antico abitato rupestre abbandonato soltanto due secoli fa.

Pitigliano venne battezzata alla fine del XIX secolo “la piccola Gerusalemme” per il consistente numero di ebrei che l’abitava. Avevano una sinagoga, una scuola, il forno per il pane azzimo e il cimitero. Nel sottosuolo del paese se ne nasconde un altro. Ci sono pozzi su diversi livelli, tombe e colombari. Inoltre quasi ogni casa possiede una cantina che scende fino al bottaio, dove viene conservato il vino a una temperatura ottimale. Talvolta si può scendere fino alle viscere della rupe.

Quota: € 160 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 170 da portare con sé per mangiare e dormire. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccoli cambiamenti in più o in meno legati a variazioni di prezzi e al comportamento del gruppo