Mare, Etruschi e miniere

Da San Vincenzo a Piombino

Toscana
Da ven 26 apr 2024 a dom 28 apr 2024
Codice viaggio [13]

"Uomo libero, sempre avrai caro il mare."
Charles Baudelaire

Dettagli del viaggio

Durata

3 gg

Difficoltà

    Difficoltà Livello 6

Info

    Pensione Zaino in spalla Itinerante

Quota di partecipazione: € 150, da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste € 200 da portare con sè per i pasti e pernottamenti. 
Sono calcolate accuratamente tuttavia suscettibili di piccoli cambiamenti in più o in meno legati a variazioni di prezzi e al comportamento del gruppo.

Il viaggio

Partiamo da San Vincenzo, importante località balneare toscana, sulle tracce degli etruschi e delle antiche estrazioni minerarie. Scopriamo l’affascinante entroterra del Parco di San Silvestro e di Campiglia Marittima per poi immetterci nella secolare Via dei Cavalleggeri che ci conduce a Piombino, tra deliziose calette, un sorprendente mare cristallino e scorci unici che spaziano dalla Corsica all’Arcipelago Toscano.

Scopri di più

Ve 26: da San Vincenzo
15 km - 6 h -[+618/-410]
Partiamo da San Vincenzo allontanandoci per oggi dalla costa per scoprire l'entroterra, senza però mai perdere di vista il mare. Ecco così che attraverso il Sentiero del Corbezzolo raggiungiamo San Carlo, unica frazione del Comune di San Vincenzo, piccolo paese di vocazione operaia e poi raggiungiamo la suggestiva Rocca di San Silvetro, cuore nevralgico dell'estrazione mineraria sin dai tempi degli etruschi. Fino a giungere all'incantevole borgo medievale Campiglia Marittima.

Sa 27: La Via Etrusca
20 km - 6 h - [+50/-248]
Ci dirigiamo nuovamente verso il mare, imboccando la via etrusca. Storie di laghi perduti e antiche ville romane accompagnano il nostro cammino, insieme a scorci indimenticabili sull'arcipelago toscano e la Corsica fino a giungere a Baratti, piccolissimo paese, incastonato in un golfo, un tempo villaggio di pescatori.

Do 28: Promontorio di Piombino
15 km - 5 h - [+351/-344]
Da Baratti andiamo alla scoperta del promontorio di Piombino, tra calette nascoste, spiagge di ciottoli, fondali cristallini, inebriati dai profumi della macchia mediterranea in fiore. 

Inizio viaggio:

venerdì 26 alla stazione dei treni di San Vincenzo alle ore 9.00.


Fine viaggio:

domenica 28 alla stazione di Piombino alle ore 17.00.


Cammino:

sentieri di macchia, spiaggia, brevi tratti di asfalto.


Notti:

in agriturismo.


Pasti:

pranzo al sacco, cene in agriturismo o in ristoranti vicini.


Sapori tipici:

minestra di pane, cantucci, buccellato, schiacciata, pancrocino maremmano.


Difficoltà:

2 + su 4. Si tratta di un viaggio itinerante con zaino in spalla.


Note:

il percorso e gli alloggi possono subire modifiche in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

"La via dei Cavalleggeri è un percorso che da Piombino dopo circa 200 km arriva a Livorno. Le prime notizie della sua esistenza risalgono al periodo medievale, ma secondo alcuni si tratta addirittura di variante della via Aurelia-Aemilia Scauri risalente al II°- III° secolo avanti Cristo. Per molto tempo la sua funzione principale fu quella di difesa e guardia.

Con Lepoldo II però nel XVII secolo, iniziò a rivestire un ruolo diverso da quello che aveva svolto per secoli divenendo un importante collegamento commerciale fra gli insediamenti costieri. 

Nel corso dell’Ottocento la strada perse progressivamente importanza, alcuni tratti furono assorbiti dalla viabilità urbana dei vari paesi, altri rimasero tronconi isolati... ma guardando bene qualche segno di questa gloriosa via riusciremo comunque a scovarla camminando!"

Quota di partecipazione: € 150, da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste € 200 da portare con sè per i pasti e pernottamenti. 
Sono calcolate accuratamente tuttavia suscettibili di piccoli cambiamenti in più o in meno legati a variazioni di prezzi e al comportamento del gruppo.