[80] Date viaggio: 05 nov 2021 - 07 nov 2021

  • Senza zaino
  • Base fissa

Via Clodia

Selve, necropoli, etruschi

Gli etruschi hanno saputo modellare questa fragile roccia, trasformandola in vere opere d’arte, giunte fino a noi. L’Etruria meridionale è costellata di incredibili necropoli rupestri, assai note tra i viaggiatori di fine ‘800, ma oggi quasi dimenticate. Dai fertili altipiani vulcanici scendendo sul fondo di profondi canyon, dove la vegetazione rigogliosa cela autentiche sorprese, attraversiamo quasi un millennio di storia scolpito nella roccia

Ve 5: Norchia, la Petra d'Etruria
7 km - 5h  - 300 mt disliv
Da molti considerato il sito etrusco più spettacolare d'italia, la necropoli di Norchia si estende tra il fiume Biedano e i suoi affluenti. Le tombe sono ricavate su scoscese pareti di tufo, scavate una accanto all'altra per moltissimi secoli. Mani abili hanno saputo trasformare queste pareti verticali in una città dei morti, elegante, aristocratica, con una ricchissima varietà archittetonica... oggi la natura si è parzialmente ripresa i suoi spazi, trasformando questo antico luogo sacro in un folto bosco, una macchia apparentemente impenetrabile che aspetta solo di essere esplorata.Nel pomeriggio scopriamo la grotta della dea Demetra, un sacello sepolto nel bosco e rinvenuto casualmente pochi anni fa... un ambiente ancora oggi ricchissimo di magia!

Sa 6: Il parco Marturanum – la necropoli di San Giuliano
10 Km – 7h – 300 mt.
Il parco Marturanum è un luogo di incredibile fascino naturalistico: l'altopiano tufaceo si frammenta in innumerevoli forre, su cui scorrono il Biedano e i suoi tributari. Sul fondo la natura è rigogliosa e amazzonica, sulle alture arsa e mediterranea. Ma non è solo la natura a farla da padrona qui: quasi mille anni di storia sono racchiusi in un percorso di pochi km, tombe su tombe perfettamente incastonate nel paesaggio testimoniano l'evoluzione economica e sociale dell'antico popolo etrusco che qui ha vissuto fino alla conquista romana avvenuta nel III sec aC... Un percorso con saliscendi continui, guadi e panorami da non dimenticare.

Do 7: Blera e San Giovenale 
10 Km - 5 h
L'area archeologica di San Giovenale è una delle più ricche di testimonianze storiche risalenti all'epoca etrusca e villanoviana: non solo le necropoli, ma un'intera città protostorica! Osserviamo l'evoluzione delle strutture architettoniche, dalle primitive capanne a forma ovale fino a quelle rettangolari che lasceranno il passo alle abitazioni etrusche. E tutt'intorno le necropoli, che testimoniano la ricchezza della città che qui sorgeva, la sua trasformazione fino al Medioevo. Una chicca per i curiosi: questo sito fu scoperto solo negli anni '50 e scavato dall'Istituto Svedese di Studi Classici di Roma, con gli scavi archeologici coordinati direttamente dal Re, coadiuvato da Regina e Principesse.

Inizio viaggio:

venerdì 5 appuntamento a Vetralla, raggiungibile con gli autobus di linea e con il treno da Roma, Viterbo.


Fine viaggio:

domenica 7 nel pomeriggio a Vetralla.


Cammino:

su strade vicinali e sentieri.


Notti:

hotel a Vetralla.


Pasti:

pranzi al sacco, colazione nella struttura che ci ospita, cene in ristoranti e trattorie tipiche.


Sapori tipici:

bruschette con l'olio di Vetralla premiato tra i migliori al mondo!, e poi funghi, formaggi.


Difficoltà:

2 su 4, si tratta di un cammino è a base fissa abbastanza semplice.


Note:

il percorso può subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento

I luoghi di Norchia sono tanto pittoreschi quanto desolati. Per miglia e miglia non esiste una casa, né un segno di vita. I campi sono incolti e abbandonati, solo qualche raro pastore, mentre pasce il suo gregge, vi guarda attonito, timoroso di manifestare la sua meraviglia per la pazza idea che ha avuto una persona civile di venire in questi luoghi selvaggi. Le forre profonde e orride sembrano difendere con violenza Norchia e la sua Necropoli da ogni contatto e da ogni profanazione umana. La impenetrabilità delle sue macchie sembra proteggerla nel suo isolamento sublime e nel suo silenzio immenso, rotto solo dal grido acuto del falco che lentamente ruota alto nel cielo azzurro, e dal mormorio eterno del ruscello in fondo alla valle. Solennità e mistero, più che in qualsiasi altro luogo etrusco, sono qui presenti.

George Dennis  1842 al 1847. 

Quota: € 110 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 130, da portare con sé per mangiare e dormire. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi e al comportamento del gruppo.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Note

I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "Autorizzo", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono:i responsabili del sito dichiarano che, in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003, i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste; l'utente gode dei diritti di cui all'art. 13 Legge 196/2003

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione