[60] Date viaggio: 26 ago 2020 - 30 ago 2020

Tra faggi e praterie di mirtillo

Conoscere la Montagna Pistoiese

E gran sollazzo ci verremo a dare

Che di scrittura non posso imparare

La montagna l’è stata a noi maestra

La natura ci venne a nutricare

E ’l sole se ne va via là pian piano;

Ch’io ne debbo partir da Cutigliano.

 

Beatrice di Pian degli Ontani

Un viaggio alla scoperta della vita montanara di un tempo, attraverso foreste di abete rosso, faggete e praterie di mirtilli. Scopriremo antichi mestieri, come il carbonaio e le castagnete ma anche i luoghi della seconda guerra mondiale con la linea gotica, camminiamo lungo il sentiero 00 dell’Alta Via dei Parchi, a cavallo tra Toscana e Emilia Romagna.

Mercoledì 26: Pianosinatico                                         Dislivello +/- 200 - 2 h                                                    Ritrovo ore 12:00 stazione ferroviaria di Pistoia, trasferimento in pullman o con mezzi propri a Pianosinatico. Sistemazione in casa privata, visita museo linea gotica e breve escursione all’Albero dell' amore + luoghi della linea gotica. Cena in trattoria

Giovedì 27: Pianosinatico- Abetone                        Dislivello +600/-160 - 5 h                                              Tappa semplice ma interessante per ambientarsi e conoscere il territorio. Partenza da pianosinatico per Rivoreta attraverso un castagneto e visita guidata al museo della civiltà contadina. Proseguiremo attraverso facili strade forestali in meravigliose faggete (riserve biogenetiche) e abetaie secolari. Arrivo ad Abetone nel pomeriggio.                                  Cena in trattoria e notte in b&b o hotel.

 

Venerdì 28: Abetone 1380m- Monte Gomito 1780m  Dislivello +850/-350 - 5-6h                                        Possibilita di percorrere questo anello in entrambi i sensi di marcia a seconda la situazione. Continuiamo a percorrere la riserva biogenetica e le abetaie salendo fino al monte gomito e facendo tappa prima all’ orto botanico montano e poi allo splendido Lago Nero per il pranzo al sacco. Rientro ad Abetone in serata (in ovovia dal monte gomito) con cena in trattoria e notte in hotel o b&b.

 

Sabato 29: Abetone - Lago Scaffaiolo 1754 m        Dislivello +1400/-1000 - 7,5 h                                  Partenza al mattino presto per questa splendida e impegnativa tappa quasi tutta sul crinale tosco-emiliano che congiunge due delle più note mete dell' Appennino settentrionale.                                                            Pranzo al sacco. Pernottamento e cena in rifugio

 

Domenica 30: Lago scaffaiolo- Cutigliano/Pianosinatico Dislivello +300/-1100 - 4/7 h                                      Discesa dal Lago Scaffaiolo fino a Cutigliano (680m) attraverso le faggete e visita al paesino medioevale. Pranzo in trattoria prima dei saluti, rientro con pullman a Pistoia oppure per chi vuole rientro a Pianosinatico (920 m) percorrendo un sentiero parallelo al torrente Lima che fa parte del cammino di San Bartolomeo (da Fiumalbo a Pistoia)

 

 

Inizio viaggio:

Mercoledì 26 agosto, ritrovo ore 12:00 stazione ferroviaria di Pistoia, trasferimento in pullman o con mezzi propri a Pianosinatico


Fine viaggio:

Domenica 30 agosto, nel dopo pranzo rientro con pullman o mezzi propri a Pistoia oppure, per chi vuole, rientro a Pianosinatico percorrendo un sentiero parallelo al torrente Lima che fa parte del cammino di San Bartolomeo(da Fiumalbo a Pistoia)


Cammino:

Cammino itinerante su sentieri ben segnati, tratti di crinale aperto non esposto e facili strade forestali 


Notti:

Affittacamere, b&b, Rifugio


Pasti:

Pranzo al sacco, cene e colazioni in strutture che ci ospitano, cene in ristoranti e trattorie tipiche


Sapori tipici:

Mirtilli, lamponi , funghi, tortelli, formaggi d’alpeggio, castagne, Necci


Difficoltà:

3 su 4 per via della lunghezza tappa Cutigliano-Pianosinatico (22 km) e per il dislivello elevato nella tappa Abetone-Lago Scaffaiolo (+1400m) 


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

Un tempo, quando i castagneti rappresentavano una grande risorsa per la montagna, sia che si trattasse di cedui, di castagneti di alto fusto o da frutto, la vita di molti lavoratori e delle loro famiglie dipendeva molto da loro: vi lavoravano o utilizzavano il legname o le castagne: boscaioli, carbonai, barrocciai, maniscalchi, conciatori, falegnami, vivaisti, viticoltori, fornai, pasticceri, farmacisti, carpentieri, operai e guardie forestali, cestai e corbellai, muratori e tante altre categorie di lavoratori. Ma la stessa vita delle persone, fin dalla più tenera età, si svolgeva a contatto con il castagno: ad esempio, gli scolari studiavano sui banchi di scuola di legno di castagno; le donne è nella madia di castagno che impastavano la farina e tenevano il pane a lievitare, prima di metterlo nel forno spesso alimentato con legna di castagno perché veniva più profumato; il carpentiere usava morali e travetti di castagno per rifare il tetto o il solaio; il falegname usava le tavole di castagno per costruire mobili o serramenti; il mugnaio macinava le castagne secche per ottenere farina dolce ed il pasticcere la utilizzava per fare polenta dolce, castagnacci e necci; qualche volta era di castagno anche la bara che ci accoglieva dopo l'ultimo commiato; e così via. Vivendo sempre a contatto con questo legno, perfino la cultura materiale del popolo si era lentamente plasmata dall'impiego e dall'uso del castagno. 

(fonte: Economia del Castagno, Wikipedia)  https://it.wikipedia.org/wiki/Economia_del_castagno

Quota: € 175 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 250 per mangiare, dormire. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi ed al comportamento del gruppo.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Note

I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "Autorizzo", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono:i responsabili del sito dichiarano che, in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003, i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste; l'utente gode dei diritti di cui all'art. 13 Legge 196/2003

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione