[07] Date viaggio: 08 apr 2020 - 13 apr 2020

  • Senza zaino

***La Via della Lana e della Seta

da Bologna a Prato

La vera casa dell’uomo non è una casa, è la strada. La vita stessa è un viaggio da fare a piedi.
Bruce Chatwin

[***VIAGGIO RIMANDATO A DATA DA DEFINIRE]

Un percorso ancora poco conosciuto quello da Bologna a Prato, lungo gli Appennini e la Calvana, tra cavalli allo stato brado, torrenti e boschi che si alternano a vasti prati e valli. Due centri storici di grande valore cresciuti nei secoli grazie alla sapiente gestione delle acque. Bologna la città dei canali, per secoli capitale della seta; e Prato, la città delle gore, importante centro di produzione di lana e tessuti. Un percorso ricco di storia e di storie, da percorrere tutto d’un fiato.

Me 8: Bologna – Parco Regionale Storico di Monte Sole
15 km - 6 h - [+500]
Incontro con la guida e consegna dei bagagli che dovranno essere trasportati.
Una prima parte della tappa è una scoperta dei canali della città che sono il filo conduttore del nostro cammino.
Giunti a Casalecchio di Reno diamo uno sguardo alla sua Chiusa, uno dei simboli di questa via. Prendiamo poi i mezzi pubblici per Pian di Venola.
Da qui saliamo sul Monte Sole, simbolo della lotta partigiana ed entriamo nel Parco Regionale Storico di Monte Sole, ricco di tragiche testimonianze avvenute tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre del 1944. Siamo nei pressi di Marzabotto.

Gi 9: Il Monte Salvaro e Grizzana Morandi
4h30 – 12km – [+600/-500]
Facciamo una tappa nell’ultimo tratto del Parco salendo fino alla cima del Monte Salvaro, circa 800 metri di altitudine, per entrare a Grizzana Morandi dove ci fermiamo per la pausa pranzo per poi proseguire per il nostro alloggio, dove ci riposiamo al meglio prima di affrontare la tappa più impegnativa di domani.
Grizzana Morandi è un importante Comune dell’Appennino Bolognese. Vanta la bellissima Rocchetta Mattei, appartenuta al Conte Mattei ed oggi un importante museo privato. Il toponimo del paese è stato cambiato nel 1985 aggiungendo a Grizzana (il nome originario) Morandi in onore del pittore Giorgio che amava soggiornarvi e disegnava i suoi famosi fienili. Noi passiamo sia dalla sua dimora che dai famosi fienili soggetto dei suoi dipinti.

Ve 10: Castiglione dei Pepoli passando per Montovolo
7h – 25 km - [+1350/- 1.250]
Oggi percorriamo una variante di questo cammino. Interessante, infatti, è salire a Montovolo; un luogo ritenuto fosse un importante Centro Oracolare etrusco, ricco pertanto di suggestioni e leggende. Oggi anche un luogo di commemorazione, un intero percorso con formelle in ceramica che ricordano i nomi dei 12 ragazzi che persero la vita il 6 dicembre 1990, in quella che viene definita la strage del Salvemini. Passiamo per la frazione di Burzanella legata anch’essa al passaggio delle truppe tedesche in ritirata nell’autunno del 1944. Giungiamo a Castiglione de’ Pepoli importante centro che rappresenta inoltre la metà del nostro cammino. Il suo nome si deve all’antica famiglia gentilizia bolognese dei Pepoli che vi s’insediò nel 1340 governando la città fino alla fine del XVIII secolo.

Sa 11: Vernio
7h – 21km - [+900/-1.100]
Lasciamo Castiglione, attraversando alcune piccole frazioni facenti parte di questo comune.
In pochi chilometri giungiamo in Toscana. I piccoli paesi ancora abitati, anche se scarsamente, rappresentano ancora una grande risorsa per l’Appennino per i viandanti. Arriviamo a Montepiano sede di una Badia e località turisticamente nota. Dopo la pausa pranzo proseguiamo per un bellissimo bosco per raggiungere la nostra meta giornaliera: un bell'agriturismo dove possiamo riposarci ed essere coccolati dalla sua proprietaria. Vernio e Castiglione si contendono l’antica ricetta degli zuccherini montanari e la bontà dei tortelli di patata. Ogni anno la sfida e la disputa si rinnovano, ma ancora oggi non è stato stabilito a chi si debba il primato. Vogliamo essere assaggiatori di eccellenza?

Do 12: Vaiano
6h – 16km - [+790/- 600]
Dall’Agriturismo siamo già sul sentiero che ci fa proseguire per il nostro ingresso in Calvana. Raggiungiamo Montecuccoli dove possiamo visitare la Pieve di San Michele. Siamo al confine tra Comune di Vernio ed il Comune di Barberino del Mugello, è un posto assai frequentato dai motociclisti, ma che vive ancora di vecchie tradizioni: si è qui insidiato un allevatore, che alla vecchia maniera ha ripreso l’attività pastorizia ed è diventato un simbolo di questa via. Lasciato Montecuccoli proseguiamo sul crinale, talvolta brullo e carsico, della Calvana per giungere a Sofignano, nel Comune di Vaiano.

Lu 13: Ultima tappa della Calvana-Cavalciotto
6h – 18km - [+590/- 950]
Tappa finale che ci porta a scoprire l’ultimo tratto della Calvana con i suoi fenomeni carsici, i cavalli allo stato brado e la cima più alta di tutto questo nostro percorso: il Monte Maggiore che non raggiunge i 1.000 metri. Giunti alla periferia di Prato possiamo ammirare il Cavalciotto altro simbolo di questa Via fino a giungere nel centro della città, per i giardini e la pista ciclabile lungo il Bisenzio. Il Cavalciotto è un importante sistema idraulico per la città di Prato, costruito nell’XI secolo, presenta un sistema costituito da 53 km di gore, che attraversano tutto il comune fino a gettarsi nel fiume Ombrone. Proseguiamo per la stazione dove ognuno in base ai propri orari rientrerà nei propri luoghi.

Inizio viaggio:

ritrovo mercoledì 8, alle ore 9.30 nel Piazzale di fronte all’accesso principale della stazione centrale di Bologna.

Tutta la zona è a pagamento pertanto non conviene spingersi, per chi arriva con l’auto, fino ai suoi pressi. Comodo invece per chi arriva con i mezzi pubblici, molto vicina anche la stazione degli autobus.


Fine viaggio:

lunedì 13 a Prato. Da qui ognuno potrà proseguire con un treno, si consiglia di prendere il biglietto direttamente in stazione all’arrivo al termine del trekking oppure di fare la prenotazione dopo le 18.00.


Cammino:

Senza grosse difficoltà tecniche su comodi sentieri e talvolta carrarecce, ma alcune tappe con dislivelli importanti, per cui si consiglia di arrivare con un minimo di allenamento.


Notti:

agriturismi, B&B e hotel.


Pasti:

pranzi al sacco, colazione nella struttura che ci ospita, cene nelle strutture dove pernottiamo.


Sapori tipici:

Una cucina molto varia di “confine”. I Tortelli di patate sono un piatto tipico di questi luoghi tanto da far nascere dispute e gare se sia più buono quello toscano o quello emiliano, Montepiano e Castiglione sono i contendenti, così vale anche per gli zuccherini montanari. Una cucina che presenta “contaminazioni di confine”, dai gusti interessanti.


Difficoltà:

2 su 4. Si tratta di un trekking itinerante con trasporto bagagli viaggiando così con lo zaino leggero.


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento

questo cammino è stato inaugurato a giugno del 2018 con una bellissima festa a Castiglione de’ Pepoli che si trova a metà dell’intero percorso. Nasce da un’idea dello storico Vito Paticchia autore della Guida e della Cartoguida del percorso. E’ un tracciato vario non solo per Ambiente, Natura e Gastronomia, ma per la storia che caratterizza alcuni abitati, luoghi e borghi che si attraversano. In molti casi sono storie tragiche, siamo sulla linea Gotica, i tedeschi in ritirata sono passati da qui, ci sono ancora in questi luoghi sopravvissuti che ricordano e che allora erano solo dei bambini che hanno dovuto vivere la tristezza e le rappresaglie. Da questi aspetti tragici si passa alla bellezza dell’Appennino, all’accoglienza dei suoi abitanti, ma soprattutto all’aspetto gastronomico di grande interesse e soddisfazione, dopo una giornata di cammino. Un cammino interessante e ancora poco conosciuto in quanto molto giovane, ma che lascerà meravigliati e soddisfatti coloro che lo percorreranno.

Quota: € 210 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).
Spese previste: € 360. Sono calcolate accuratamente per mangiare, dormire,trasporto bagagli. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi ed al comportamento del gruppo.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Note

I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "Autorizzo", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono:i responsabili del sito dichiarano che, in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003, i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste; l'utente gode dei diritti di cui all'art. 13 Legge 196/2003

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione