[01] Date viaggio: 19 mar 2022 - 25 mar 2022

  • Senza zaino
  • Base fissa
  • Anche per bambini

Palinuro a primavera

Cilento in fiore

"L'eternità è il mare mischiato col sole"
Arthur Rimbaud

Una settimana sulla costa frastagliata e ricca di spiagge bianche del massiccio del Bulgheria, da Capo Palinuro fino al paese di Scario. Visitiamo le grotte, attraversiamo leccete, pinete e uliveti secolari, per poi approdare nei centri storici di Camerota, San Giovanni a Piro, Lentiscosa e San Severino di Centola. Senza trascurare il sole, la spiaggia e il mare caldo del sud.

Sa 19: Ritrovo ore 16.00. L'orario è modificabile secondo le esigenze dei partecipanti. Arrivo con il treno regionale alla stazione di Pisciotta-Palinuro e trasferimento in hotel a Marina di Camerota. Giro del paese medioevale e cena in un ristorante del centro storico

Do 20: La via della calce e dei mattoni
5h - 10 km -[+/-600]
Dall'albergo si parte a piedi e attraversato l'abitato si visitano dall'esterno le grotte preistoriche. Successivamente si raggiungono e si visitano i punti panoramici delle falesie della collina di Monte di Luna. Si scende successivamente alla spiaggia del Pozzallo dove si produceva la calce, proseguiamo per la spiaggia di Cala Bianca dove si producevano i mattoni e i coppi fino agli anni 60. Si visita anche l'importante grotta Fattoria dove hanno girato molte scene del film di Mario Martone Capri Revolution.

Lu 21: Il centro medioevale di Lentiscosa e l'antico insediamento italo greco di San Vito di Camerota con le botteghe dei vasai.
5h - 10 km - [+500/- 300]
Attraversiamo l'antica mulattiera e passiamo vicino a due interessanti cappelle si raggiunge Lentiscosa, affacciata sul mare del Cilento. Piena di chiese e cappelle, qui ne troviamo una speciale: Santa Maria in Martiris del quattordicesimo secolo e riccamente affrescata. Scendiamo nel letto del lago pleistocenico e passiamo su un antico ponte medioevale, si raggiunge il quartiere di San Vito con i resti degli insediamenti italo greci, inglobati nelle mura del convento francescano del 1600. Visita alle botteghe dei vasai.
Ma 22:  La pineta di San Cono
6 h - 12 km - [-400/+ 400]
Attraversiamo la costa occidentale di Marina di Camerota con le sue belle spiaggette e grotte preistoriche, si sale alla torre Fenosa, una delle torri meglio conservate della costa. Successivamente si raggiungono le falesie della spiaggia del Mingardo, che si raggiunge attraversando la bella pineta di San Cono, piantata dai monaci del locale cenobio e una delle perle botaniche del parco. Raggiunto e visitato l'antico cenobio, si raggiungiamo la lunga spiaggia del Mingardo.
Me 23: La collina di Molpa e il porto di Palinuro
6h - 11 km - [+350/-350]
Raggiunta in taxi l'area della foce del fiume Mingardo, si ammira la flora rupicola e la geologia dell'Arco Naturale e della spiaggia omonima. Successivamente si scala la collina di Molpa e si raggiungono i punti panoramici della parte sommitale con un percorso ad anello. Discesi dalla collina, attraverso l'antico sentiero del porto di Molpa, si raggiunge e si visita la spiaggia della grotta dei porci visitando anche la grotta Tra terra e Cielo, cosi intitolata dalla guida, tanti anni fa. Successivamente, si raggiunge il porto di Palinuro, attraverso la pineta e visitando i punti panoramici delle sue belle falesie.

Gi 24: Il vallone dolomitico di Marcellino e il promontorio degli Infreschi
5h - 10 km - [+120/-550]
Raggiunto il passo di Pietra Tagliata in macchina, si scende alla spiaggia di Marcellino, attraverso un bellissimo vallone dolomitico, attraversando una bellissima lecceta attrezzata con sentieri e piazzole per produrre il carbone. Raggiunta la spiaggia, in barca si visita la costa del parco marino di Infreschi e Masseta con sosta nel porto naturale degli Infreschi e visita del promontorio. Rientro in barca a Marina di Camerota con visita del tratto restante della costa.

Ve 25: Trasferimento a Marina di Camerota per una giornata al mare dove indugiare per il tempo a disposizione.

Inizio viaggio:

sabato 19 alla stazione di Pisciotta-Palinuro alle 16.30.


Fine viaggio:

venerdì 25, rietro alla stazione in mattinata a seconda del treno prenotato.


Cammino:

si tratta di un viaggio per facili sentieri e mulattiere senza particolari difficoltà tecniche.


Notti:

in albergo.


Pasti:

pranzi al sacco, cene in ristoranti o presso l'azienda.


Sapori tipici:

scialatielli alla cilentana, baccalà con patate, pasta di ceci, vini.


Difficoltà:

1 + su 4. Si tratta di un viaggio a base fissa senza particolari difficoltà tecniche.


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle ne­cessità del momento.

Quota: € 245 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida.

Spese previste: € 470. Da portare con sé per pernottamenti in camera doppia, mangiare trasferimenti e giro in barca. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi ed al comportamento del gruppo.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Telefono *

Note

Presto il consenso ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”) al trattamento dei miei dati personali ai fini di un contatto commerciale (Privacy)

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione