[63] Date viaggio: 06 ott 2022 - 09 ott 2022

  • Senza zaino
  • Base fissa

La natura da spettacolo

Alla scoperta del Parco della Maremma

"La verde Maremma! Un deserto di bellezza colmo di sole"
Felicia Hemans

Quattro giorni a piedi nella Natura incontaminata e selvaggia del Parco della Maremma. Sperimentiamo i sentieri più nascosti nella macchia che si affacciano improvvisamente a panorami unici, Da monasteri misteriosi celati nei boschi, a le falesie verticali a picco sul mare cristallino; dalle spiagge dorate, alla foce del fiume Ombrone, tra pineta e saline, lungo canali costruiti dall’uomo per strappare la terra al mare. Non mancano le esperienze legate ai prodotti che vengono coltivati nel parco, in particolare olio e vino, da sempre vanto di questa zona. Un fine settimana lungo, immergendoci nei colori, aromi e sapori del Parco della Maremma.

Gi 6: Alberi millenari
4h - 6 km - [+/- 50]
Hotel Cala di Forno- Fonteblanda. Trasferimento a Magliano in Toscana.
In visita al più antico olivo della Toscana, l’Olivo della Strega a Magliano in Toscana, per cominciare a sperimentare questa terra così legata all’olio; visita alle mura millenarie di Magliano, da cui si gode di un panorama unico di queste terre.

Ve 7: Tra Natura e olio, la grande traversata del parco - zona Alberese
8h – 15 km - [+/- 350]
Una traversata del parco che ci permette di immergerci in molti ambienti diversi che lo caratterizzano; partendo dagli oliveti della zona di Alberese, all’ingresso del parco, che si stanno preparando all’abbacchiatura e dove scopriamo sul campo cosa è l’invaiatura. Camminiamo fino al monastero cistercense di San Rabano, nascosto ancora oggi nel folto della macchia ; quindi l’immersione nell’”oliveto antico”, un bosco di olivi ultracentenari ancora oggi produttivi, dai quali si ricava "l'Olio del Parco" per affacciarci dall’alto sulla Pineta Granducale e sulla costa sabbiosa; quindi le torri di avvistamento spagnole, la Spiaggia di Collelungo, lingua di sabbia protetta lunga 6 chilometri e mezzo e per finire l’attraversamento della profumata Pineta Granducale, dove è facile incontrare le vacche maremmane brade.

Al rientro, degustazione di olio e prodotti di questa terra. 

Sa 8: Tra Natura e vino, Talamone e la spiaggia delle Cannelle - zona Talamone
8h -  12 km - [+/- 200]
Una giornata sull’altro versante del Parco, alle spalle della splendida Talamone e della sua baia, salendo lungo sentieri che regalano affacci straordinari sul mare; siamo in falesia, roccia pura a picco sull’acqua! Il percorso si snoda tra profumi e colori di macchia, cielo e mare fino alla spiaggia delle Cannelle, preziosa soprattutto per la foresta di Posidonia che la caratterizza, prezioso alleato della costa. Al rientro, visita guidata e degustazione ai vigneti ed alla cantina La Chimera di Albegna, con cena siriano-maremmana presso la Cantina stessa.

Do 9: Tra natura e acqua, il fiume Ombrone
6h - 10 km 
Un percorso semplice, alla portata di tutti, lungo sentieri che percorrono la zona del parco meno frequentata, quella in cui la realtà naturale del territorio sta riprendendosi i propri spazi, con il mare che penetra nel terreno e lo rende inadatto alla pineta piantata dall’uomo necessaria per asciugare e mettere a frutto la terra; ricompaiono ambienti preziosi dal punto di vista naturalistico-ambientale, tutti “ecotoni” (ovvero zone di confine) ricchi di vita, anche se non quella sfruttabile commercialmente. Zone che raccontano di “paduli”, lagune, stagni salmastri…e dell’uscita del fiume nel mare, con la mescolanza di acque dolci e salate, dove il falco pescatore è tornato a nidificare, seguito dalla ricerca scientifica del Parco stesso. Un saluto all’anima più reale della Maremma, “terra di mare”. 

Inizio viaggio:

giovedì 6, appuntamento alle ore 14.00 Hotel Cala di Forno- Fonteblanda.
Si può raggiungere il punto di ritrovo in ipullman dalla stazione ferroviaria di Grosseto. Orari bus qui.
Inserendo Grosseto FS in partenza e Fonteblanda-via delle Tamerici Orbetello come arrivo.


Fine viaggio:

domenica 9, alle ore 15 ad Alberese per il trasferimento per chi necessita alla stazione ferroviaria di Grosseto.


Cammino:

su sentieri all'interno della macchia mediterranea.


Notti:

in hotel.


Pasti:

pranzi al sacco, colazione in hotel e cene in ristoranti tipici.


Sapori tipici:

pappardelle, acquacotta, panzanella, cecina, schiacciata all'uva.


Difficoltà:

2 su 4. Si tratta di un viaggio a base fissa con dislivelli e percorrenze moderate.


Note:

il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

L'uliveto delle Streghe è posto dietro la piccola chiesa e si distingue visivamente da tutti gli altri, sembra risalire a 3500 anni fa, il che lo rende uno degli ulivi più vecchi d'Europa. La vecchia ceppaia, con il passare dei secoli, ha assunto una forma così particolare che basta uno sguardo, anche inesperto, per capire immediatamente l'entità della sua veneranda età. Il nome invece risale al medioevo, quando intorno all'albero si svolgevano riti sabbatici e cerimonie negromantiche.

Quota: € 150 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 200, da portare con sé per mangiare e dormire. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi e al comportamento del gruppo.

Ogni giorno ci muoviamo con le auto a disposizione della guida o dei partecipanti. A chi offre il passaggio con la propria auto sarà da versare 5 euro al giorno a persona da parte di chi ne usufruisce.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Telefono *

Note

Presto il consenso ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”) al trattamento dei miei dati personali ai fini di un contatto commerciale (Privacy)

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione