[17] Date viaggio: 30 apr 2020 - 03 mag 2020

  • Senza zaino
  • Base fissa

Il rito dei serpari a Cocullo

Natura e tradizione

“Sulmona è la mia patria, ricchissima di gelide acque”, che sgorgano fresche e copiose dalle innumerevoli fontanelle sparse per tutta la città (e per tutto l’Abruzzo).

Ovidio

Cocullo, un paesino d’Abruzzo sconosciuto ai più, conserva una tradizione antichissima: il Rito dei Serpari.
Da tempi immemori il primo di Maggio la statua di San Domenico viene portata in processione coperta di serpi vive. I serpari discendenti dei Marsi, popolazione italica il cui nome significa “maneggiatori di serpenti“, con la loro devozione al Santo permettono ancora oggi di assistere ad un rito che suscita emozioni ancestrali.
Proseguiamo poi il nostro cammino per antichi borghi come l'elegante Castrovalva, il disabitato Frattura Vecchia oggetto di alcuni film, Scanno, paese caratterizzato dalla presenza di un lago dall'eccentrica forma a cuore, che da diversi anni appartiene al circuito dei Borghi più belli d'Italia e infine visitiamo Sulmona, la città di Ovidio.

Gi 30: Anversa degli Abruzzi
Arrivo ad Anversa degli Abruzzi incontro con la guida  presso l’agriturismo e visita dei laboratori di produzione dei formaggi e presentazione dei progetti svolti dalla struttura.

Ve 1: Cocullo e il rito dei serpari
12 km - 5 ore - [+100/-150]
Ci incamminiamo verso Cocullo per assistere all'affascinante rito dei Serpari, si tratta di uno dei riti più antichi d’Abruzzo celebrato con la processione della statua di S.Domenico ricoperta da varie specie di serpenti (tutti innocui) portata a spalla dai devoti e coadiuvati dalla figura dei “serpari” devoti che hanno il compito di ricollocare le serpi sulla statua qualora dovessero cadere.

Sa 2: Gole del Saggittario-Castrovalva-Frattura Vecchia- Scanno
12 km - 6 h - [+600]
Partiamo sempre da Anversa degli Abruzzi e attraversiamo la Riserva Gole del Sagittario fino al panoramico borgo di Castrovalva, si erge a 820 metri sul livello del mare sulle rossastre rupi della cresta del Colle San Michele. Proseguiamo poi verso il borgo Frattura Vecchia. Si tratta di un paesino montano disabitato borgo montano, qui sono state girate alcune scene del film dal titolo "Uomini e lupi" con Silvana Mangano ed Yves Montand mentre nel 2002 vi sono state girate alcune scene iniziali del film "Un viaggio chiamato amore".
Trasferiamoci poi a Scanno, paese caratterizzato dalla presenza di un lago dall'eccentrica forma a cuore, che da diversi anni appartiene al circuito dei Borghi più belli d'Italia. Visitiamo il centro storico con le sue chiese i monumenti e le botteghe artigiane orafe.

Do 3: Sulmona, la città di Ovidio
Partiamo per Sulmona città d’arte e città natale del celebre poeta latino Ovidio. Visita al centro storico, alla Cattedrale, al Complesso monumentale dell’Annunziata, alla Chiesa di San Francesco della Scarpa, tra i più interessanti dell’intero quattrocento italiano. Trasferiamoci alla stazione FS. per il rientro.

Inizio viaggio:

giovedì 30; per chi arriva in treno incontro alla Stazione FS di Sulmona alle 12.30  poi transfer in bus di linea ad Anversa, per chi arriva in auto incontro direttamente ad Anversa degli Abruzzi Agrutirismo la porta dei Parchi


Fine viaggio:

domenica 3 alla stazione ferroviaria Sulmona alle 14.30.


Cammino:

per facili sentieri.


Notti:

alloggio in agriturismo.


Pasti:

colazione e cena in struttura, pranzi al sacco.


Sapori tipici:

i dolci caggionetti fatti con la marmellata, carciofi ripieni, frittata con le erbe di campo, pizza di Pasqua, salsa in fiori di zucca, torta di patate.


Difficoltà:

1 su 4. Si tratta di un viaggio a base fissa, con zaino leggero.
Camminiamo 5-6 ore al giorno, la difficoltà della tappa è data solo dalla sua lunghezza, una sola tappa ha un dislivello più accentuato.


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

Il rito dei Serpari di Cocullo è una delle manifestazioni a metà strada tra la religione cristiana ed il paganesimo. Il rito antichissimo che è stato successivamente cristianizzato e dedicato a San Domenico, in origine legato al culto della Dea Angizia, divinità della popolazione Italica dei Marsi, grandi conoscitori di erbe medicamenti e veleni. Dopo l’assoggettamento di tutte le tribù Italiche dell’impero romano, molti Marsi trovarono fortuna a Roma come medici e curatori grazie alle loro conoscenze naturali.
La festa di San Domenico prevede che la funzione religiosa cristiana si svolga all’interno della chiesa e una volta uscita, per la processione la statua del santo venga ricoperta dai  "serpari" persone devote che hanno il compito di ricollocare i serpenti innocui sulla statua del santo durante la processione nelle vie del paese. Nella cultura contadina era considerato di buon auspicio per una buon raccolto il fatto che le serpi restassero attorcigliate alla corona sulla testa del santo. La festa di San Domenico di Cocullo è uno di quei riti ancestrali che restano impressi in modo indelebile nei ricordi delle persone che vi partecipano.

Quota di partecipazione: € 340 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida, alloggio e cene).
Spese previste: € 20, da portare con sé per i pranzi. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi e al comportamento del gruppo.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Note

I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "Autorizzo", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono:i responsabili del sito dichiarano che, in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003, i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste; l'utente gode dei diritti di cui all'art. 13 Legge 196/2003

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione