[50] Date viaggio: 14 set 2019 - 18 set 2019

  • Senza zaino

Un Angolo di Paradiso

Parco Nazionale d'Abruzzo

"Settembre. Andiamo è tempo di migrare.
Ora in terra d’Abruzzo i miei pastori
lascian gli stazzi e vanno verso il mare,
vanno verso l’Adriatico selvaggio
che verde è come i pascoli dei monti"
G. D'Annunzio

Un paesaggio vario in cui si alternano vette tondeggianti, tipiche dell’Appennino, a pendii dirupati dal tipico aspetto alpino.
L’estate qui offre fioriture ricche, profumi intensi, canti e richiami di uccelli, aria frizzante alle prime ore del mattino, caldi colori all’alba e al tramonto. Attraversiamo zone boscose e prative, sarà una grande emozione quando ci troveremo davanti dall’impressionante anfiteatro naturale della Camosciara, proseguiamo poi per Cicerana con le
sue belle faggete alternate ad ampie radure, frequentata del pacifico Orso bruno Marsicano.

Sa 14: Barrea
Arrivo a Villetta Barrea nel pomeriggio, incontro con la guida, sistemazione in albergo.

Do 15: Villetta Barrea - Camosciara
14 km - 5 h - [+200]
Partiamo per la Camosciara, prima Riserva Integrale d’Italia, attraverso il bosco di Decontra si arriva al  Colle Jaiacque, promontorio sullo splendido anfiteatro naturalistico. Camminiamo per la riserva e fino alle  alle Cascate delle Ninfe e delle tre Cannelle.  Nel pomeriggio rientro passando da Civitella Alfedena, un borgo medievale affacciato sul lago di Barrea, visitiamo le Aree Faunistiche della Lince e del Lupo Appenninico.

Lu 16: Pescasseroli – Lampazzo – Cicerana
12 km - 4 h - [+/-165]
Escursione nell’habitat dell’Orso Bruno Marsicano.
Saliamo su per il il selvaggio Vallone di Lampazzo fino ad arrivare al tipico stazzo dell’alpeggio estivo delle greggi. Costeggiamo una zona di Riserva Integrale fino ad arrivare all’altopiano della Cicerana dove ci sistemiamo e nel pomeriggio ripartiamo per l’appostamento all’Orso Bruno Marsicano.

Ma 17: Cicerana-  Pescasseroli
16 km - 6 h - [+173/-566]
Partiamo per Fonte Puzza, sorgente carsica e luogo di avvistamento  di animali selvatici, come il cervo, il capriolo e il cinghiale. Attraversiamo poi la grande faggeta del Vallone di Cavuto fino ad arrivare a Pescasseroli.

Me 18: la Macchia della Rocca
7 km - 2 h - [+/-100]
Escursione di mezza giornata verso la Macchia della Rocca, una delle faggete vetuste più antiche d’Europa.

Inizio viaggio:

sabato 14 a Villetta Barrea.
Per chi viene da nord:  si raggiunge da Avezzano  con gli autobus delle Autolinee TUA,  la linea è Avezzano-Pescasseroli -Castel di Sangro. per tutti quelli che arrivano da Roma o Pescara la stazione FS più vicina è quella di Avezzano.

Per chi viene dal sud:  la stazione FS più vicina  e Castel di Sangro  dal li ci sono gli Autobus TUA  linea Castel di Sangro- Pescasseroli- Avezzano.

Chi viene in auto può lasciarla nel parcheggio dell'Hotel a Villetta Barrea, provvederà la guida ad accompagnare a recuperarla alla fine del trekking.


Fine viaggio:

mercoledì 18 si riparte da Pescasseroli alle 14.00 e si arriva ad Avezzano alle 15.00 da qui partono bus e treni.

 


Cammino:

si cammina per facili sentieri senza difficoltà tecniche.


Notti:

in b&b e rifugio.


Pasti:

colazione e cena in struttura, pranzo al sacco.


Sapori tipici:

zafferano dell'Aquila, atate del Fucino, bruschetta, spaghetti alla chitarra, scrippelle, sagne.


Difficoltà:

2 - su 4.  Si cammina 6-7 ore al giorno con zaino leggero, poichè è previsto il trasporto bagagli.


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

Più di un secolo fa, nel lontano 1923, alcuni illuminati mecenati hanno voluto  trasformare una seppur piccola parte dell’Appennino Italiano, nel primo Parco Nazionale Italiano. L’intento è completamente riuscito, il Parco oggi è un vero scrigno di biodiversità, è ancora oggi un luogo dove si trovano le faggete più antiche d’Europa, dove l’Orso e il Lupo da sempre convivono pacificamente con l’uomo, dove il cervo, il capriolo e le circa duecento specie animali che lo popolano vivono in armonia tra di loro. Camminare nel Parco permette non solo di godere della natura ma anche di poter scoprire come l’uomo possa continuare ad esserne parte senza prevaricarla.

Quota di partecipazione: € 175 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).
Spese previste: € 260, da portare con sé per mangiare, dormire, trasporto bagagli. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi e al comportamento del gruppo

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Note

I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "Autorizzo", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono:i responsabili del sito dichiarano che, in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003, i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste; l'utente gode dei diritti di cui all'art. 13 Legge 196/2003

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione