Lungo il Grande Fiume

Da Sesto Calende a Turbigo

Lombardia
Da sab 24 feb 2024 a dom 25 feb 2024
Codice viaggio [94]

Nello stesso fiume scendiamo e non scendiamo; siamo e non siamo.
Eraclito

Il viaggio in breve

Durata

2 gg

Difficoltà

    Difficoltà Livello 5

Info

    Pensione Zaino in spalla Itinerante

Quota di partecipazione: € 70 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 85 , da portare con sé per mangiare e dormire. Sono calcolate accuratamente tuttavia suscettibili di piccoli cambiamenti in più o in meno legati a variazioni di prezzi e al comportamento del gruppo.

Il viaggio

Il protagonista della storia che accompagna il nostro viaggio è il fiume Ticino e lo stretto rapporto che ha saputo intrecciare nei millenni con le popolazioni che sulle sue rive si sono sviluppate ed hanno imparato a sfruttarlo per tutti i propri bisogni. Nei secoli è stato sfruttato per la pesca, la navigazione, l'irrigazione, per azionare le ruote dei mulini ed oggi le turbine delle centrali idroelettriche. Esso è tuttora una risorsa importantissima e indispensabile agli equilibri dinamici dei territori che attraversa.

Scopri di più

Sa 24: da Sesto Calende a Tornavento
25 km - 7 h
Dalla stazione ferroviaria di Sesto Calende ci indirizziamo verso il Ticino, che qui “nasce” per il suo tratto italiano. Seguendone il percorso incontriamo già nei primi chilometri diverse dighe: la Miorina, il cui regime è stabilito da una convenzione internazionale tra Italia e Svizzera per regolare il livello del Lago Maggiore; Porto della Torre, che funge anche da ponte sul Ticino verso il Piemonte ed ultima il Panperduto, che alimenta il Canale Villoresi ed il Canale Industriale. Si prosegue quindi giungendo alla Centrale di Vizzola Ticino ed alla grande Ansa di Castelnovate, dove il fiume disegna una curva di 270°. Si continua verso sud, tra il fiume ed il canale industriale, fino al Ponte di Oleggio. Da Tornavento la vista spazia sulle creste montuose e sul corso del fiume: il belvedere sul Monte Rosa è decisamente sorprendente.

Do 25: da Tornavento a Turbigo
15 km – 5 h
Dopo il ponte di Oleggio, nei pressi della Cascina Castellana, nasce il Naviglio Grande. Il cammino prosegue tra acque e boschi costeggiando la zona del Turbigaccio, Sito di Importanza Comunitaria per la grande variabilità degli ambienti che ne fa un vero e proprio scrigno di biodiversità. Da citare anche l’avventurosa traversata del ponte sospeso sopra il canale scaricatore della Centrale termoelettrica ENEL di Turbigo. Continuando lungo il fiume e attraversando il ponte di Turbigo, si arriva alla nuova stazione di Galliate Parco del Ticino in sponda piemontese e da lì si riprende il treno per Milano Cadorna.

Inizio viaggio:

sabato 24 ore 08:42 stazione FS di Sesto Calende (Regionale 10216 delle 07:46 da Milano Porta Garibaldi).

Per chi arrivasse con auto propria parcheggio gratuito dietro alla stazione, con ingresso da Via Tortorino, o su Via Remo Barbieri (non è comunque consigliato, poiché al ritorno da Turbigo non c’è linea diretta a Sesto Calende).


Fine viaggio:

domenica 25 rientro dalla stazione di Galliate (treni per Milano Nord Cadorna 16:21 – 17:21 – 18:21 – durata viaggio 48’).


Cammino:

non ci sono dislivelli; la lunghezza delle tappe ed il percorso possono variare a discrezione della guida in funzione dell’allenamento del gruppo, poiché esistono molte varianti di sentieri. Una parte del percorso è su strade alzaie asfaltate.


Notti:

B&B / hotel con camere da 2/3/4 posti, (alcune matrimoniali) dotate di servizi igienici con doccia, riscaldamento e aria condizionata e biancheria.
Possibilità camera singola con 20€ di sovrapprezzo.


Pasti:

primo pranzo al sacco, cena in ostello.


Sapori tipici:

riso, zuppe, polenta e casoeula, polenta e bruscitt, erbe aromatiche, fagioli borlotti, pesce in carpione, il vino (vicino l'Oltrepò pavese), torta paradiso, torta di pane.


Difficoltà:

2 su 4. Si tratta di un breve viaggio itinerante con zaino sulle spalle, ma leggero dove si cammina senza dislivelli.


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

Difficoltà e Tipologia:leggenda viaggi a piedi

Il protagonista della storia che accompagna il nostro viaggio è il fiume Ticino, che ci svela i suoi segreti a partire dalla profondità delle ere geologiche in cui si è formato, della sua nascita quando era soltanto una goccia d' acqua. La sua storia è la storia dell’intera Pianura Padana. È una storia animata da una foltissima galleria di personaggi: il Ticino e le montagne da cui sgorga, per arrivare fino in Italia; un paesaggio sempre mutevole, modellato dal fiume e dalle sue piene; piante e animali autoctoni, pian piano sostituiti dall’uomo per scelta o inconsapevolmente.

Quota di partecipazione: € 70 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 85 , da portare con sé per mangiare e dormire. Sono calcolate accuratamente tuttavia suscettibili di piccoli cambiamenti in più o in meno legati a variazioni di prezzi e al comportamento del gruppo.

Puoi scegliere di pagare il tuo viaggio a piedi comodamente online tramite Paypal. Contattaci prima per la conferma della quota di partecipazione.

Puoi scegliere di pagare il tuo viaggio a piedi comodamente online tramite Paypal. Contattaci prima per la conferma della quota di partecipazione.