[13] Date viaggio: 11 mag 2019 - 18 mag 2019

  • Base fissa

Primo Mare a Palinuro

Passeggiando in Cilento

Maggio il periodo ideale per camminare: la natura rigogliosa, tanti colori e tanti profumi. Partiamo da Palinuro, passiamo dal vallone dolomitico
di Marcellino, ammiriamo la veduta sul mare dal promontorio di Infreschi, addentriamoci nelle gole del Mingardo con le sue colline ricoperte di olivi millenari e vigne, con frutteti e castagneti. Facciamo anche il primo bagno dell’anno nelle acque limpide del Cilento.

Sa 11: L'antico sentiero per il porto di Palinuro.
5h - 15 km -[+300/-800]
Partendo dall'Oasi Castaneto. Si raggiunge il monte Serra da dove si ammira la costa e il promontorio di Palinuro. Si scende attraverso il sentiero dei pozzi pubblici, si visita il cenobio di San Cono e si raggiunge il porto di Palinuro visitando l'Arco Naturale, la bella spiaggia delle Saline e la scogliera di Capo Palinuro.

Do 12: Monte Sant'Antonio
5h - 10 km - [+/- 500]
Partendo dall'Oasi si raggiunge la vetta del monte Sant'Antonio che è uno dei punti panoramici più belli della costa del parco. Attraverso uliveti millenari di Vistieli e visitando terreni coltivati e gestiti dall'Azienda Dal Professore, si raggiunge il bellissimo centro storico e medioevale di Camerota, centro della lavorazione dei vasi di argilla. Visitato il paese, con le sue chiese e il suo castello normanno svevo, si fa ritorno all'Oasi, seguendo l'antica mulattiera Buico- Castaneto.

Lu 13: Il vallone dolomitico di Marcellino e il promontorio degli Infreschi
6h -11 km - [-600/+ 200]
Raggiunto in macchina il passo di Pietra Tagliata, si scende, attraverso il vallone dolomitico di Marcellino alla spiaggia omonima. Trasferimento in barca al porto di Infreschi, dove si visita a piedi lo splendido promontorio con la grotta-fattoria usata come set per il film di Mario Martone “Capri Revolution”. Successivamente si riprende la barca e si arriva a Marina di Camerota visitando il parco di Infreschi e Masseta.

Ma 14: Il Tozzo del Finocchio e gli antichi stazzi
 6h -12 km - [+/- 700]
Partendo dal passo dell'Annunziata, si sale verso il  Tozzo del Finocchio. Raggiunta la Cropana con il suo stazzo del 1800, si prosegue per Chiano di Parlato. Passando vicino a una serie di stazzi, si raggiungono i punti panoramici. La discesa avviene attraverso l'uliveto millenario di Licusati che inizia dal paese omonico.

Me 15: Il sentiero dei 4 ponti e l'abitato di San Severino.
6 h - 11 km - [+300/-600]
Partendo dall'Oasi Castaneto, si raggiunge la cresta del monte Serra fino ad arrivare al passo dell'Annunziata. Dal passo dell'Annunziata si scende al paese fantasma di San Severino attraverso il bellissimo sentiero della Tragara. Visitato il paese fantasma, si raggiunge la riva sinistra del fiume Mingardo, dove si ammira il ponte ferroviario del 1928 e i resti del ponte medioevale. Sulla via del ritorno si visitano i ruderi del castello normanno svevo di Montelmo che domina il fiume Mingardo e le sue gole.

Gi 16: Il lago pleistocenico di Camerota e l'antico abitato di Lentiscosa.
5h - 10 km [+400/-600]
Partendo dall'Oasi Castaneto, si raggiunge il bivio di San Vito da dove si imbocca la vecchia mulattiera che porta al Tulo con i suoi lavatoi e le sue due sorgenti. Raggiunto e attraversato il Canale sul ponte medioevale, si sale al paese di Lentiscosa attraverso l'antichissima mulattiera. Visitiamo il paese con la sua cappella affrescata con dipinti del quindicesimo secolo, si raggiunge Marina di Camerota attraverso il sentiero delle 12 chiese. Nella baia si visitano le grotte preistoriche, tra le più importanti d'Europa.

Inizio viaggio:

Sabato 11 alla stazione di Pisciotta-Palinuro alle 16.30.


Fine viaggio:

giovedì 16 rietro alla stazione in mattinata a seconda del treno prenotato.


Cammino:

Si tratta di un viaggio per facili sentieri e mulattiere senza particolari difficoltà tecniche.


Notti:

Rifugio Oasi Castaneto in camerata con letti a castello e bagni in comune.


Pasti:

Pranzi al sacco, cene in ristoranti o presso l'azienda.


Sapori tipici:

scialatielli alla cilentana, baccalà con patate, pasta di ceci, vini.


Difficoltà:

1 su 4. Si tratta di un viaggio a base fissa senza particolari difficoltà tecniche.


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle ne­cessità del momento.

Quota: € 220 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 400. Da portare con sé per mangiare e dormire, trasferimenti e giro in barca. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi ed al comportamento del gruppo.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Note

I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "Autorizzo", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono:i responsabili del sito dichiarano che, in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003, i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste; l'utente gode dei diritti di cui all'art. 13 Legge 196/2003

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione