[63] Date viaggio: 21 mar 2019 - 24 mar 2019

Il sentiero dei doganieri

Corsica

Il mare è senza strade, il mare è senza spiegazioni.
Alessandro Baricco

 Alla scoperta di una delle parti più "vere" Si chiama Sentiero dei Doganieri perché era sorvegliato giorno e notte contro gli sbarchi illegali. Oggi è un superbo itinerario fra terra e mare che aggira la punta estrema a nord della Corsica, toccando piccole ‘marine’, cale sabbiose, cappelle romaniche, aspri promontori dominati dai ruderi delle torri di guardia genovesi

Gi 21: Da Livorno a Macinaggio
Dopo l’incontro al porto di Livorno prendiamo il traghetto per Bastia. La traversata dura quattro ore. Dopo una visita della città vecchia, se ci sarà il tempo, prendiamo un mezzo pubblico per Macinaggio, all’estremità di capo corso Molto bella la strada per arrivarci.

Ve 22: Da Macinaggio a Barcaggio
4h30 – 10km – [+100/-100]
Da vedere: Baia di Tamarone, chiesetta romanica e torre “crollata” di Santa Maria, isola di finocchiarola e gabbiani corsi, torre dell’agnello, spiaggia di barcaggio.

Sa 23: Da Barcaggio a Centuri-port
5h00 – 10 km - [+200/- 200]
Da vedere: Il fantastico paesino di Tollare, ansa de l’Arinetta, semaforo di Capo Grosso, Baia e paese di Centuri-port.

Do 24: Da Centuri-port a Bastia e Livorno
Non resta che rientrare a Bastia per prendere il traghetto che ci riporta a Livorno.

Inizio viaggio:

giovedì 21 al Porto di Livorno in mattinata.


Fine viaggio:

domenica 24 al Porto di Livorno nel pomeriggio.


Cammino:

cammino poco impegnativo a tappe con lo zaino per più giorni.


Notti:

piccole pensioni e B&B, camere singole, doppie triple e quadruple.


Pasti:

pranzi in trattoria o al sacco, colazione e cene nella struttura che ci ospita.


Sapori tipici:

salumi e frutti di mare.


Difficoltà:

2 su 4. Si tratta di un viaggio breve e poco impegnativo ma a tappe con lo zaino al seguito.


Note:

il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

Le torri genovesi, erette nel sedicesimo secolo vigilavano e annunciavano l’arrivo di barche corsare. Costituivano una rete poiché da ogni torre era possibile vedere in lontananza le due vicine e inviare segnali di luce. Dalla torre dell’agnello, ad esempio, si vede l’isola di capraia con la torre dello zenobito sopra cala rossa e fino alla dirimpettaia riva degli etruschi, in toscana. Di norma la guarnigione era composta da un capitano, da tre soldati di cui un artigliere e da un marinaio che aveva il compito di approvvigionare gli uomini.

Quota: € 175 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 275. Da portare con sé per mangiare, dormire. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a cambiamenti prezzi e al comportamento del gruppo.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Note

I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "Autorizzo", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono:i responsabili del sito dichiarano che, in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003, i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste; l'utente gode dei diritti di cui all'art. 13 Legge 196/2003

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione