[62] Date viaggio: 11 feb 2018 - 17 feb 2018

  • Senza zaino
  • Base fissa

Le isole di Garibaldi

Maddalena, Caprera e Spargi

"Il mare profuma le strade dell’isola, oggi: il maestrale apre i pori della pelle, lava la faccia alle case, spacca le onde e la rotta. A terra, aspettando che la forza del vento si consumi"
Emil Cioran

Alla scoperta di un angolo di paradiso attraverso 5 giorni di trekking, immersi nei profumi tipici della Sardegna. Un'esperienza unica per scoprire insieme un incantevole arcipelago lontano dall'immagine stereotipata della Costa Smeralda. I percorsi si snodano attraverso paesaggi che tolgono il fiato per la bellezza e che vi permettono di entrare in contatto stretto con la natura selvaggia che caratterizza questo affascinante arcipelago.

Do 11: incontro con la guida e con il gruppo.

Lu 12: Sentiero La Trinita – Bassa Trinita - Cala Majore – Cala d’Inferno (Isola di La Maddalena)
4,00 h circa – 5 Km
Partendo dalla chiesetta della Trinita si inzia il sentiero che costeggia alcuni resti delle prime abitazioni dell’isole: le casette corse. Ancora qualche metro e ci si trova al di sotto
della Batteria della Trinita, primo trinceramento militare dell’isola risalente al 1767. Il percorso procede fino a raggiungere una delle piu belle spiagge di La Maddalena,
caratterizzata da un importante sistema dunale: Bassa Trinita. Si prosegue con un trekking costiero attraversando piccole spiagge, scogli e ginepri fino a raggiungere la località di Cala d’Inferno. Il percorso ad anello termina risalendo la collina che ci riporta alla chiesetta della Trinita.

Ma 13: Sentiero per la fortificazione di Candeo – Punta Crucitta – Cala Napoletana (Isola di Caprera)
5 h –  6,5 Km circa
L'itinerario si snoda lungo una mulattiera a tornanti, che scende fino al mare, solcando l'aromatica macchia mediterranea, dalle spettacolari fioriture delle sue essenze, come: ginepro, mirto, corbezzolo, euforbia e ginestra - che si avvicendano nei vari periodi dell'anno. Terminato il sentiero principale, si prosegue con la visita della fortificazione di Candeo, suggestiva batteria militare antinave, edificata nei primi decenni del novecento ed armata dalla Marina nella 2^ guerra mondiale mirabile. La Batteria rappresenta uno splendido esempio di tecnica architettonica mimetica, con torrette d'avvistamento e postazioni abilmente incastonate nella roccia, da sembrare parte integrante di essa. Si porsegue per raggiungere prima la località di Punta Crucitta ed in seguito la splendida insenatura di Cala Napoletana, famosa per le sue acque cristalline. Lungo il percorso possiamo ammirare uno splendido panorama che comprende tutto il versante nord-est di Caprera, le coste est di La Maddalena e sud della Corsica. Il percorso ad anello si conclude al di sotto del forte Arbuticci.

Me 14: Sentiero da Guardia Preposti a Punta Banditi (Isola di Spargi)
4,30 h – 5,5 Km
Dopo avere raggiunto la splendida isola di Spargi con un gommone, iniziamo il percorso lasciandoci alle spalle la spiaggia di Cala Ferrigno e risalendo verso Guardia Preposti
attraverso la macchia mediterranea. Raggiunta la sommità possiamo ammirare uno splendido panorama su alcuni dei più bei panorami di tutto l’arcipelago. Da qui ci spostiamo verso Punta Banditi caratterizzata da enormi formazioni rocciose e profondi tafoni. L’ultimo tratto del nostro itinerario ci riporta al punto di partenza dove riprenderemo il gommone per tornare sull’ isola di La Maddalena.

Gi 15: Sentiero per Cala Portese (Isola di Caprera)
4,00 h – 5 Km
L'itinerario ha inizio dall'ampia spiaggia di sabbia bianca di cala Portese, conosciuta come "I due mari", ubicata a sud-est dell'isola di Caprera. Dalla spiaggia ci si dirige in direzione nord, camminando lungo il sentiero immerso tra alte e profumate essenze della macchia mediterranea percorrendo un tratto di costa spettacolare che conduce a una casermetta di avvistamento militare, di fine ottocento, ancora in buono stato di conservazione, da cui si
guadagna un panorama spettacolare sulle note baie del sud di Caprera, sulla fortificazione di punta Rossa e più in prospettiva, sul golfo di Cannigione e capo Ferro. Da questo punto il cammino prosegue ancora costeggiando il mare verso una bella caletta di ciottoli, per piegare sempre in direzione nord, verso l'entroterra, seguendo una traccia su terreno roccioso e accidentato, che conduce fino a incontrare frontalmente una mulattiera. Ci si collega quindi alla strada asfaltata che torna a cala Portese, passando accanto ad un maneggio. Qui l'itinerario su sentiero si conclude: si può fare rientro al punto di partenza
ritornando sui propri passi, oppure si può optare per chiudere l'itinerario ad anello, percorrendo l'arteria asfaltata che costeggia la baia di Porto Palma e arriva al parcheggio di cala Portese.

Ve 16: Sentiero dal borgo di Stagnali – Cala Serena – Cala Caprarese (Isola di Caprera)
6 h – 10 Km
Il sentiero ci permette di scoprire il lato Ovest dell’isola: iniziamo dal caretteristico borgo di Stagnali per proseguire attraverso le pinete di Caprera. Dopo un breve tratto asfaltato, raggiungiamo il sentiero che ci conduce attraverso piccole spiagge fino alla bellissima Cala
Serena. Proseguiamo quindi attraversando una delle zone più selvagge dell’isola dove si ha la possibilità di avvistare i branchi di capre selvatiche che abitano questa zona.
Continuiamo fino a raggungere la spiaggia di Cala Caprarese. Si rientra percorrendo il sentiero a ritroso. Cena e saluti alla guida.

Sa 17: partenza dall'albergo verso le proprie destinazioni.

Inizio viaggio:

Domenica 11 febbraio presso l'albergo Villa del Parco, distante circa 15 minuti a piedi dal porto di La Maddalena. Incontro con la guida in albergo prima di cena.

La Maddalena si raggiunge arrivando presso l'aeroporto di Olbia oppure arrivando tramite i traghetti al porto di Olbia (Isola Bianca). Da questi due luoghi  luoghi si possono prendere gli autobus che conducono a Palau oppure a seconda degli orari sarà necessario raggiungere la stazione centrale dei pullman ad Olbia città e da qui prendere un pullman direzione Palau (circa 50 minuti).Le compagnie che operano questo servizio sono Turmotravel e ARST. Da Palau si prende il traghetto per La Maddalena (durata circa 20 minuti) con la compagnia Delcomar o Saremar.


Fine viaggio:

Sabato 17 febbraio in mattinata, partenza dall'albergo.


Cammino:

I percorsi sono variabili e prevedono tragitti su mulattiere, su sentieri ampi e di facile percorrenza, oppure su sentieri stretti e nel mezzo della macchia mediterranea. Alcuni percorsi prevedono brevi tratti su fondo asfaltato, mentre altri prevedono fuori pista lungo la costa.


Notti:

Hotel


Pasti:

Colazioni in strutura, i pranzi al sacco e le cene in struttura o in ristoranti tipici.


Sapori tipici:

Malloreddus, culurgiones, cordedda, orilletas, pane carasau.


Difficoltà:

1 su 4. Si tratta di un viaggio a base fissa, con zaino leggero.


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

L'isola di Caprera e l'arcipelago de La Maddalena, sono note soprattutto per essere state, per oltre vent'anni, l'ultima dimora e il luogo del decesso di Giuseppe Garibaldi. Egli acquistò infatti, con l'eredità del fratello Felice, la metà settentrionale di Caprera fin dal 1856, vivendo inizialmente in una casupola.

Qualche anno più tardi Garibaldi si fece costruire, nello stile delle fazendas sudamericane, la famosa "casa bianca", oggi museo; pochi anni dopo, una colletta dei figli e degli ammiratori gli permise di comprare anche l'altra metà dell'isola, fino a quel momento appartenuta ai coniugi Inglesi Richard e Emma Collins.

Nella grande tenuta, piana della Tola, Garibaldi piantò molti alberi e cominciò a fare la vita del contadino, coltivando i campi ed allevando polli, ovini, cavalli (la sua celebre cavalla bianca, Marsala, è sepolta poco lontano dalla casa), e molti asini ai quali si divertiva dare il nome dei suoi nemici (il più recalcitrante dei quali fu chiamato col nome del papa beato Pio IX). Nella Casa Bianca, inoltre, Garibaldi visse con i figli avuti da Anita e quelli che ebbe da una domestica e dalla terza moglie Francesca Armosino.

Nella stanza di Garibaldi, l'orologio e i calendari appesi a una parete segnano ancora la data e l'ora della morte dell'eroe: il 2 giugno del 1882 alle ore 18.21. Contravvenendo alle sue ultime volontà, le sue spoglie vennero imbalsamate e sepolte in una tomba, in granito grezzo, appena dietro la casa.

A Caprera sono rimasti la sua casa, le sue barche e i suoi oggetti, diventati cimeli di un museo fra i più conosciuti e visitati d'Italia. Il Compendio Garibaldino di Caprera è aperto alle visite, eccetto il lunedì per turno settimanale di riposo. La vita di Garibaldi sull'isola e come egli la coltivava sono descritte nel libro di memorie scritto dalla figlia Clelia, intitolato Mio padre.

Quota: € 220 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).

Spese previste: € 370. Da portare con sé per mangiare, dormire e trasfermenti interni al viaggio (pullman, traghetti, gommone). Supplemento di 60 euro per alloggio in camera singola, anzichè doppia. Non è calcolato il costo per il raggiungimento di Olbia. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi ed al comportamento del gruppo.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Note

I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "Autorizzo", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono:i responsabili del sito dichiarano che, in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003, i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste; l'utente gode dei diritti di cui all'art. 13 Legge 196/2003

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione