[61] Date viaggio: 01 nov 2019 - 03 nov 2019

I Colori d'autunno

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

"Lascia di quando in quando i sentieri battuti e inoltrati tra i boschi. Troverai di certo qualcosa che non hai mai visto prima" Alexander Graham Bell

L’autunno è la stagione perfetta per camminare nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.
Il bosco cambia colore ad ogni passo: Rosso, arancio, giallo e marrone in tutte le loro sfumature.
I fianchi delle colline diventano splendide tavolozze, plasmate da Madre Natura per regalarci un altro meraviglioso giorno.
I toni caldi, passionali e avvolgenti degli alberi secolari che ci circondano ci faranno sentire un po' come a casa, accoccolati in una coperta di foglie dalle sfumature rosso ambrate, in totale sintonia con l’ambiente intorno.

Ve 1: Nocicchio m.1000 – Badia Prataglia m. 850 - km 8 h 3.00 [+350/– 500]
Il percorso ha inizio nella famosa curva del Nocicchio, strategico punto dove i Partigiani organizzavano incursioni contro  le truppe Tedesche. Si entra subito nella tipica foresta del Parco tra abeti e faggi secolari, per raggiungere il sentiero 00 spartiacque tra Romagna e Toscana.

Sa 2:  Badia Prataglia- Camaldoli Km 15 - h 7 [+700/-700]
Il cuore delle Foreste Casentinesi, corsi d’acqua,fossi, muschio e maestosi faggi e abeti diventano protagonisti .In questo territorio si intrecciano leggende magiche, come quella delle Buca delle Fate, una grotta naturale profonda 70 metri, si narra fosse abitata da fate….E la spiritualità dell’Eremo di Camaldoli, dove intorno all’anno 1000, si insediarono i Monaci Camaldolesi, con San Romualdo, che scelse questi luoghi naturali idonei alla meditazione e contemplazione.

Do 3 Camaldoli – Nocicchio km  9 h 3.5  [+ 550/- 500]
Sul crinale tra i versanti di confine tra Romagna e Toscana, si fiancheggia la Foresta Integrale di Sasso Fratino, riconosciuta recentemente come patrimonio Unesco. Una foresta vergine, causa il territorio impervio, per cui mai sfruttata nei secoli a legname dall’uomo.

Inizio viaggio:

Venerdì 1, ritrovo San Piero in Bagno (FC) ore 12.00.
Come arrivare: LINEA AUTOBUS START ROMAGNA, da Cesena, Punto bus, di fronte a stazione ferroviaria, linea 138, partenza Cesena 10.25  arrivo S.Piero in Bagno ore 11.50.

Da qui ci muoviamo per circa una decina di km con le auto a disposizione dei partecipanti e della guida verso il luogo di inizio dell'escursione.


Fine viaggio:

Domenica 3 ore 15.00 a San Piero in Bagno.
Pullman per Cesena e arrivo alla stazione di Cesena alle 16.25.


Cammino:

Su sentieri montani e mulattiere. Si percorre anche qualche crinale senza particolari esposizioni o difficoltà tecniche.


Notti:

in un albergo diverso ogni sera.


Pasti:

Pranzi al sacco, colazioni e cene nelle strutture che ci ospitano e autogestite.


Sapori tipici:

Prodotti del bosco: miele, melata, farina di castagne. Funghi, formaggi tra cui pecorino e il raviggiolo, salumi come la gota e il ciavar e tortelli di patate.


Difficoltà:

2 su 4. Si tratta di un breve viaggio itinerante con zaino sulle spalle. Un allenamento idoneo ai tempi e ai dislivelli indicati in particolare per la giornata di venerdì.


Note:

Il percorso e gli alloggi possono subire modifiche, in base alle condizioni atmosferiche o alle necessità del momento.

Attorno al 1850, ai tempi in cui le Foreste Casentinesi erano sotto il dominio di Leopoldo II, Granduca di Toscana, nasce la leggenda e la vicenda di Mantellini. Un personaggio veramente singolare, che fece parlare di sé nei decenni successivi la sua morte. Ma chi diavolo era costui? La gente del luogo non osava quasi chiederselo e tanto meno indagare, giacché erano ben altre le sue occupazioni quotidiane e perché quella figura allampanata e vestita di nero, con un gran cappello dello stesso colore calato fin sugli occhi acquosi, grandi e più oscuri di una notte senza luna, il viso scavato, la pelle olivastra, le labbra sottili e di un colore rosso sangue, e la “demoniaca” capretta dal mantello bianco e dagli occhi rossi, che lo seguiva ovunque, mettevano a chiunque un senso di disagio e di inquietudine.  Mantellini  fu relegato all'interno della foresta da parte del Granduca, causa cattivi comportamenti in quel di Firenze, si sa di lui che  fosse un uomo estremamente ricco, ma anche altrettanto malvagio e qui trovo' il modo di perpetuare la sua malvagità..

Quota: € 110 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida)

Spese previste: € 115. Sono calcolate accuratamente per notte, colazione cena. Le spese tuttavia sono suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi e al comportamento del gruppo.
Ci muoviamo verso il luogo di inizio delle escursioni con le macchine a disposizione sia dei partecipanti che della guida dividendo il costo del carburante.
Nel caso in cui non ci fossero abbastanza auto sarà necessario il noleggio nel pullman con quote da definire in base al numero di persone.

Info prenotazione

Nonostante la bellezza del viaggio non sei ancora convinto? Ti servono ulteriori info per prenotare? Nessun problema!
Invia la tua richiesta attraverso questo modulo.


Nome *

Cognome *

Email *

Note

I dati forniti saranno utilizzati esclusivamente per l'uso richiesto dall'utente, e secondo le leggi in vigore, non saranno ceduti a terzi. Premendo "Autorizzo", l'utente garantisce la veridicità dei dati forniti e presta il proprio consenso all'uso dei dati sopra raccolti come indicato. Dichiara inoltre di aver preso visione delle informazioni che seguono:i responsabili del sito dichiarano che, in conformità con l'art. 13 Legge 196/2003, i dati vengono raccolti al fine di fornire le informazioni richieste; l'utente gode dei diritti di cui all'art. 13 Legge 196/2003

Autorizzo

Codice di controllo captcha

Info prenotazione