Parola di Guida – Intervista a Valentina Gilioli

PAROLADIGUIDA_GILIOLI
Valentina Gilioli non è nata in Sardegna, ma 10 anni fa si è innamorata talmente dell’isola che non solo ha deciso di trasferircisi,  ma ha anche intrapreso l’attività di Guida Ambientale Escursionistica per far conoscere nel modo più autentico possibile uno dei territori più interessanti e belli dell’Italia.
Cosa significa per te esser guida ambientale?
Essere guida ambientale per me vuole dire molto, è una professione che mi permette di stare a stretto contatto con la natura e mi da la possibilità di conoscere ogni volta persone nuove. Tutto questo per me significa arricchirsi e crescere.
Quando e perché hai deciso di diventare guida ambientale?
La mia decisione di diventare guida è arrivata un po’ per caso, spesso come capita per le cose migliori.
Non sono nata in Sardegna, ma sono arrivata sulla bellissima isola di La Maddalena quasi 10 anni fa. Il mare e i profumi di questo arcipelago mi hanno totalmente affascinata.
Per mia fortuna stava iniziando un corso per guide ambientali escursionistiche, ed ho colto l’occasione al volo! Così sono diventata guida, un’ottima professione che mi permette di vivere all’aria aperta!
In un momento storico in cui la questione ambientale è sempre più al centro dell’attenzione mondiale quale può essere il ruolo della guida?
Il ruolo della guida ambientale, dal mio punto di vista, non deve essere ridotto esclusivamente al semplice accompagnamento in natura. Deve essere molto più profondo: la guida deve fare conoscere l’ambiente, fare capire agli escursionisti l’importanza della natura e della sua tutela, deve essere in grado di creare un legame forte tra uomo e natura. Solo conoscendo l’ambiente naturale possiamo apprezzarlo, e di conseguenza, proteggerlo. La guida ambientale deve essere capace di aprire gli occhi degli escursionisti sul mondo naturale.
Perché scegliere un viaggio a passo lento rispetto ai più rapidi e comodi spostamenti con altri mezzi? 
Solo un viaggio a passo lento ci permette di vedere veramente le cose che ci circondano. Un viaggio fatto rispettando i ritmi della natura, senza la fretta e le distrazioni tipiche della giornate frenetiche, che si possono vivere nella vita quotidiana delle città.
Parlaci dei tuoi viaggi con le Vie dei Canti, e della Sardegna (qui tutte le info).
Il mio viaggio a piedi tra le isole dell’arcipelago di La Maddalena ha lo scopo di mostrare come si vive su una piccola isola, comunque così ricca di bellezza. La Sardegna purtroppo appare spesso come un’idea stereotipata, viene associata troppe volte solo alla Costa Smeralda. La mia idea di Sardegna, che voglio regalare a chi partecipa al mio viaggio, è tutt’altra. La Sardegna che vivo con amore ogni giorno è natura, tradizioni, cultura. Il viaggio con le Vie dei Canti, soprattutto fuori dalla stagione estiva, permette di vedere tutto questo.
Oltre ad accompagnare gruppi fai anche altre attività?
Mi sono occupata per 9 anni di organizzazione di escursioni via mare e via terra, per una grossa catena alberghiera. Da quest’anno cambiano un bel po’ di cose, con il primo figlio in arrivo ho deciso di intraprendere anche una nuova attività. A breve infatti inaugureremo a La Maddalena un nuovo B&B – affittacamere! È proprio il caso di dirlo: anno nuovo, vita nuova!