Mettiamo l’Italia in cammino – I viaggi 2016/17 Vie dei Canti, l’anteprima

walk

Quanti piaceri differenti si radunano con questo gradevole modo di viaggiare! Senza contare la salute che si rafforza e l’umore che si rallegra. Sono parole di Jean-Jacques Rousseau, che nelle pagine dell’Emilio racconta mirabilmente come da una parte ci siano quelli che viaggiano in buone vetture, sdolcinati, sognatori, tristi, ribollenti e sofferenti. Dall’altra i pedoni, quelli che si muovono a piedi: sempre gai, leggeri e contenti di tutto. Ecco allora che il cuore ride quando si avvicina il giorno della partenza, il pasto grossolano sembra saporito e con che piacere ci si rimette a tavola. Quando si cammina, che buon sonno si fa su un qualsiasi letto! Quando si vuole soltanto arrivare si può correre su un calesse postale o su’auto, ma quando si vuole viaggiare, allora bisogna andare a piedi.

Con questo spirito presentiamo l’anteprima dei nuovi viaggi a piedi delle Vie dei Canti per la stagione 2016/2017: in Italia e all’estero, con 17 guide, tutte con una storia da raccontare. Progettati giorno per giorno e metro per metro come da antichi e abili artigiani, sono viaggi per tutti, da 1 a 4 mosse, per chi cerca nuovi amici, per gruppi di amici, per famiglie. Alcuni percorsi sono indicati per chi ha figli al seguito abituati a camminare. Ci sono viaggi di pochi giorni e percorsi più lunghi di oltre una settimana. Abbiamo confermato le proposte di maggior successo negli ultimi anni e aggiunto tanti nuovi viaggi a piedi e 3 nuove guide. Le conosceremo nel corso dell’anno così come riscorpriremo quelli già conosciute.

Perché, in fin dei conti, la guida è come un viaggio. Anzi, la guida è il viaggio stesso. Come racconta José Saramago, nella più bella citazione che noi delle Vie dei Canti amiamo ricordare, “bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l’ombra che non c’era. Bisogna ritornare sui passi già fatti, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Il viaggiatore ritorna subito“.

Come da tradizione ovvero come segno di una nuova primavera che si rinnova tutti gli anni, iniziamo intorno al 21 marzo e proseguiamo per i successivi 12 mesi, Pasqua e Capodanno inclusi. Nell’arco di un anno raggiungiamo tutta l’Italia, percorriamo la Via Francigena, visitiamo i patrimoni dell’umanità, sbarchiamo sulle isole dell’arcipelago toscano, delle Egadi e della Sardegna, andiamo su per i monti, entriamo nei parchi naturali e assistiamo alle prime albe dell’anno a Otranto, in Puglia. Sempre in punta di piedi, senza lasciare tracce della nostra presenza, nel rispetto dei territori e della gente che ci accoglie. Da un villaggio all’altro, da un dialetto a un altro, attraverso suoli, costumi e colori molto diversi.

Ci spingiamo fuori confine, dalla Lapponia per assistere alla magia dell’aurora boreale alle Highlands scozzesi. Ed è solo l’inizio. La fine di un viaggio è solo l’inizio di un altro.

 

 

I VIAGGI A PIEDI DI PRIMAVERA 2016

D’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda
Italo Calvino, Le città invisibili

foto lu-si 01

La Vita è un Viaggio da fare a piedi – Appennino toscano
gi 25 – lu 28 marzo

con Riccardo Carnovalini

difficoltà: 1

Come un viandante medievale – Da Lucca a Siena
ma 29 marzo – do 3 aprile

con Federica Amaducci

difficoltà: 3-

Pantelleria, la figlia del vento
sa 2 – do 9 aprile

con Manuel Bellafiore

difficoltà: 2

Enea passò di qui – La Riserva dello Zingaro
ma 12  – do 17 aprile

con Manuel Bellafiore

difficoltà: 3

L’Isola dei 5 sensi: Capraia
ve 22 – lu 25 aprile

con Federica Amaducci

difficoltà: 2

Lapponia, il Sentiero del Re
ve 22 aprile – do 1 maggio

con Flaviano Bianchini

difficoltà: 4-

Porto Selvaggio, l’oasi più bella del Salento
sa 23 – lu 25 aprile

con Totò Inguscio

difficoltà: 1

 

La Via verde sull’acqua – L’acquedotto pugliese
gi 28 aprile – do 1 maggio

con Totò Inguscio

difficoltà: 2

Sulla Via delle cicogne – Parco del Ticino
ve 29 aprile – do 1 maggio

con Flavia Caironi

difficoltà: 1+

Corsica pisana e romanica
me 11 – do 15 maggio

con Nino Guidi

difficoltà: 3

Inseguendo Francesco
ve 20 – do 22 maggio

con Antonello Dominici

difficoltà: 2

Il Lago preso… in giro – Bolsena
do 22 – sa 28 maggio

con Pietro Labate

difficoltà: 2

Magici e Sibillini
lu 23 – sa 28 maggio

con Flaviano Bianchini

difficoltà: 3+

Sardegna selvaggia e blu
lu 30 maggio – sa 4 giugno

con Viviana Garau

difficoltà: 3-

Le isole dei pirati: Giglio e Giannutri
me 1 – do 5 giugno

con Pietro Labate

difficoltà: 2+

Dolomiti sul mare: le isole Egadi
sa 11 – sa 18 giugno

con Manuel Bellafiore

difficoltà: 2-

I VIAGGI A PIEDI D’ESTATE 2016

Niente può cancellare il ricordo del cammino percorso
Ruben Blades

cilento

Asinara, isola fuori dal tempo
ma 21 – do 26 giugno

con Fiorella Caria

difficoltà: 2

L’Isola dei 5 sensi: Capraia
ma 21 – do 26 giugno

con Michele Colombini

difficoltà: 2+

Apuane primo amore – Da Candalla a Equi Terme
ma 29 giugno – do 3 luglio

con Michele Colombini

difficoltà: 3

Fanes Senes, Lago di Braies
ve 1 – do 3 luglio

con Antonello Dominici

difficoltà: 3

C’erano una volta i Ghiacciai: lo Stelvio
do 3 – sa 9 luglio

con Flavia Caironi

difficoltà: 2

A cavallo dell’Appennino
sa 6 – me 13 luglio

con Elisa Bozzi

difficoltà: 2

Triglav, il Tricono Sloveno
sa 16 – gi 21 luglio

con Iztok Butinar

difficoltà: 4-

Highlands, Terra Gaelica
sa 23 – do 31 luglio

con Flaviano Bianchini

difficoltà: 3+

Lagorai, tra trincee e mulattiere
me 27 – do 31 luglio

con Nino Guidi

difficoltà: 3

Il Cilento di Salvatore
sa 6 – sa 13 agosto

con Salvatore Calicchio

difficoltà: 2-

Le Foreste sacre nel Parco del Casentino
sa 6 – sa 13 agosto

con Antonello Dominici

difficoltà: 3

Il Cilento di Salvatore II
sa 13 – sa 20 agosto

con Salvatore Calicchio

difficoltà: 2-

Il Cilento di Salvatore III
sa 20 – sa 27 agosto

con Salvatore Calicchio

difficoltà: 2-

Camosci, stambecchi e marmotte nello Stelvio
do 21 – sa 27 agosto

con Flavia Caironi

difficoltà: 2+

Il Cilento di Salvatore IV
sa 27 agosto – sa 3 settembre

con Salvatore Calicchio

difficoltà: 2-

Lapponia, il Sentiero del Re
sa 27 agosto – ve 4 settembre

con Flaviano Bianchini

difficoltà: 3+

Dai normanni ai saraceni: le Egadi
sa 3 – sa 10 settembre

con Manuel Bellafiore

difficoltà: 2-

Wild West Sardinia
lu 5 – sa 10 settembre

con Viviana Garau

difficoltà: 3-

L’Isola dei 5 sensi: Capraia
ma 13 – sa 17 settembre

 con Michele Colombini

difficoltà: 2+

Mare, dune, grotte e pescatori: Salento Jonico
lu 19 – sa 24 settembre

   con Totò Inguscio

difficoltà: 2-

I VIAGGI A PIEDI D’AUTUNNO 2016

Chiudi gli occhi
immagina una gioia
molto probabilmente
penseresti a una partenza

Niccolò Fabi, Costruire

camminare autunno

La Via degli Acquedotti – Da Lucca a Pisa
ve 30 settembre – do 2 ottobre

con Michele Colombini

difficoltà: 2

La Via degli Abati
me 5 – do 9 ottobre

con Nino Guidi

difficoltà: 2

Via Francigena da Bolsena a Roma
sa 8 – sa 15 ottobre

con Pietro Labate

difficoltà: 2+

L’Antica colonia fenicia: Pantelleria
sa 15 – ve 21 ottobre

con Manuel Bellafiore

difficoltà: 2

I verdi colli della Città bianca
gi 20 – do 23 ottobre

con Totò Inguscio

difficoltà: 2-

A spasso per città etrusche
do 30 ottobre – ma 1 novembre

con Pietro Labate

difficoltà: 1

I colori della Foresta – Casentino
do 30 ottobre – ma 1 novembre

con Antonello Dominici

difficoltà: 2

Maddalena, Capresa e Spargi
sa 5 – ve 11 novembre

con Valentina Gilioli

difficoltà: 2

Giglio d’autunno
ve 11 – do 13 novembre

con Federica Amaducci

difficoltà: 1

La Via del Volto Santo
gi 17 – do 20 novembre

con Nino Guidi

difficoltà: 2

Lungo il Grande  Fiume – Da Sesto Calende a Turbigo
sa 26 – do 27 novembre

con Flavia Caironi

difficoltà: 1

Nella Terra dei Cimbri con le Ciaspole
gi 8 – do 11 dicembre

con Nino Guidi

difficoltà: 2

 

I VIAGGI A PIEDI D’INVERNO 2016/17

Esplora i sentieri secondari
Scott Jurek

marocco

La carovana nel deserto – Marocco
lu 26 dicembre – gi 5 gennaio – a Capodanno

con Alì Daimin

difficoltà: 2

Capodanno intorno al Lago – Bolsena
me 28 dicembre – ma 3 gennaio – a Capodanno

con Pietro Labate

difficoltà: 2

L’alba dei popoli in Terra d’Otranto – Capodanno in Salento
me 28 dicembre – lu 2 gennaio – a Capodanno

con Totò Inguscio

difficoltà: 2-

Sugli antichi sentieri dei monaci italo-greci – Capodanno in Cilento
gi 29 dicembre – me 4 gennaio – a Capodanno

con Salvatore Calicchio

difficoltà: 2-

Sulla Via delle Cicogne – La Valle del Ticino
sa 28 – do 29 gennaio

con Flavia Caironi

difficoltà: 1+

La Francigena che vien dal mare
gi 9 – do 12 febbraio

con Nino Guidi

difficoltà: 2

Il rito ancestrale delle Tavole – Salento
me 16 – do 20 marzo

con Totò Inguscio

difficoltà: 1

Intorno al “monte per che i pisan veder Lucca non ponno”
ve 23 – do 25 marzo

con Michele Colombini

difficoltà: 2

Maddalena, Capresa e Spargi
sa 24 – me 30 marzo

con Valentina Gilioli

difficoltà: 2