Nati per camminare | Le guide ambientali

nati per camminare

Hanno scelto il fare il mestiere di guide ambientali. Mestiere, non professione, perché a differenza di altri lavori, questa è un’occupazione in cui ci si sporca le mani. Le guide ambientali sono come gli artigiani di un tempo, quelli che rendevano unico ogni pezzo che usciva dalle mani. Quelli così bravi da rendere riconoscibili le loro creazioni con una semplice occhiata. Ecco, per le guide vale lo stesso ragionamento. Ogni viaggio con ciascuna di loro è un’esperienza sempre nuova. Perfino uno stesso percorso, da un anno all’altro, ha un sapore differente: camminare per credere. Non è un caso che sempre più camminatori decidano di partire non più sulla base delle due classiche componenti, il periodo e la meta, ma anche della guida che accompagna il gruppo.

Eppure, a sentirli parlare, quello di guida è uno stile di vita. Per Nino Guidi, per esempio, toscano doc, la «condivisione delle emozioni» è stata la molla che lo ha spinto a indossare le scarpe da trekking e a mettersi lo zaino sulle spalle. E quando Michele Colombini ci racconta di «sguardi che dominano l’orizzonte» mette al centro il cuore prima ancora delle gambe e in fin dei conti non fa altro che ripetere con parole diverse lo stesso concetto di Nino.

E se Leonardo Paleari, 66 anni, chiede di spegnere i telefonini durante il cammino, sa quel che dice. I suoi viaggi in Abruzzo portano negli anfratti dei monti dove si ritiravano gli eremiti, sui pascoli alti della transumanza estiva, sulle pietraie sommitali con le grotte dove si nascondevano i briganti. Come dire, parafrasando Fellini, non si interrompe un’emozione. Elisa Bozzi, che propone la novità dei trekking a cavallo, rilancia: «Viaggiare al fianco dei cavalli aggiunge nuove emozioni a quelle già grandi che regala la montagna. Condividere il viaggio con i cavalli è un privilegio: la loro sensibilità e sapienza svelano realtà sconosciute all’uomo e ci rendono più consapevoli della natura che attraversiamo».

Sono 45 i viaggi proposti dalle Vie dei Canti fra la primavera e l’estate del 2015. Per ciascun percorso c’è una storia da raccontare. Le voci narranti sono 19. Tre di esse, Elisa Bozzi, Michele Colombini e Nino Guidi, sono nuove. Le altre rinnovano e in alcuni casi moltiplicano i viaggi proposti. Conoscile, provale, scoprile.

ALÌ DAIMIN
Nato nel deserto, è la guida del deserto. Qui è andato alla ricerca della pace e della semplicità di vita. Le stesse che trasmette ai viaggiatori.
» 30 mar – 6 apr «Valle delle Rose – Marocco

ANTONELLO DOMINICI
La sua passione sono le montagne, quegli angoli nascosti dove la bellezza non si dimentica e ti lascia addosso armonia e gioia.
» 17 – 19 lug «
Le Dolomiti del popolo dei Fanes – Lago di Braies
» 8 – 15 ago «
Foreste sacre del Casentino

DUWA
Cammina e adora far camminare dove suoni, silenzi e parole viaggiano nel vento: l’altra costa dell’isola di Zanzibar.
» 8 – 22 ago «
La costa dei pescatori – Zanzibar

ELISA BOZZI
Ama camminare sui sentieri, ma è grazie ai cavalli che è riuscita a vedere più in là dei suoi scarponi. Il cavallo è la sua guida e il suo compagno.
» 20 – 27 giu «
Trekking a cavallo sull’Appennino

FEDERICA AMADUCCI
Il cammino è un grande bisogno che la fa stare bene: è una delle cose più importanti della sua vita. Prendere lo zaino e partire è la sua libertà assoluta.
» 30 mar – 4 apr «
Come un viandante medievale
» 29 apr – 3 mag «
Capraia, isola delle sensazioni
» 15 – 22 mag «
Il Cammino inglese di Santiago

FLAVIA CAIRONI
È la Guida del Parco del Ticino. Nei suoi viaggi trasmette sapere, atteggiamenti alternativi, punti di vista inconsueti, meraviglia.
» 1 – 3 mag «
Sulla Via delle Cicogne
» 4 – 10 lug «
Al cospetto dei Ghiacciai
» 23 – 29 ago «
Tra camosci, stambecchi e marmotte

FLAVIANO BIANCHINI
La passione è la molla che lo porta a esplorare mondi diversi con occhi sempre nuovi. Nella vita si occupa di difendere i diritti umani dei più indifesi.
» 18 – 25 lug «
Nelle Highlands scozzesi
» 4 – 12 set «
Il Sentiero del Re – Lapponia

IZTOK BUTINAR
Climber, istruttore di soccorso alpino, maestro di sci e guida, è nato in un tipico villaggio alpino sloveno nelle Alpi Giulie del Triglav National Park.
» 1 – 6 ago «
Triglav, il Tricorno Sloveno

LEONARDO PALEARI
Cerca l’essenziale e il silenzio. Gli piace guardare il mondo dall’alto. Legge poesie, ma non è un orso: invita a camminare nei luoghi delle sue emozioni.
» 23 – 27 mag «
Eremi rupestri della Majella
» 25 – 31 lug «
L’Alta Via della Majella

MANUEL BELLAFIORE
Si considera una persona fortunata: la Sicilia è un immenso libro di racconti, basta saper leggere! Perfetto per una guida curiosa come lui.
» 12 – 17 mag «
Nella Riserva dello Zingaro
» 13 – 20 giu «
» 26 set – 3 ott «
Dolomiti sul mare – Egadi

MATTEO CASULA
Vive e cammina in Sardegna da sempre e non desidera vivere in nessun altro luogo al mondo. Del resto vive su un’isola-continente.
» 30 mag – 5 giu «
Maddalena e Caprera
» 27 giu – 3 lug «
Isola di San Pietro
» 11 –17 lug «
Isola di Ercole – Asinara
» 5 –11 set «
Le gole del Supramonte

MICHELE COLOMBINI
Il suo motto? Il modo migliore di vedere il mondo è a piedi. Le Alpi Apuane e l’arco alpino sono stati la sua palestra.
» 4 – 9 lug «
Apuane mon amour
» 26 – 30 ago «
Capraia, l’isola delle sensazioni
» 18 – 20 set «
La Via degli Acquedotti

MICHELE SBRANA
Camminare per lui è confrontare la sua storia e i suoi sogni con quelli delle persone che incontra. Porta sempre con sé i volti, gli sguardi e i sorrisi condivisi nei viaggi.
» 22 – 26 lug «
Camminamenti, trincee e fortini – Monte Pasubio
» 30 lug – 2 ago «
La Via Augusta, le antiche Rogge

NINO GUIDI
Il valore aggiunto di un viaggio a piedi? Il rapporto con le persone e le popolazioni che si incontrano durante il cammino e le relazioni tra i partecipanti stessi.
» 6 – 13 giu «
La Via del Volto Santo
» 19 – 21 giu «
La Via dei Navicelli

PAOLO CARLI
Nomade per nascita e per natura, camminare è sempre stato per lui una cosa naturale. Ho spesso fatto percorsi di più giorni affidandosi alla strada e agli incontri inaspettati.
» 20 – 24 apr «
Camminando sulle acque – A Venezia lungo il Sile

PIETRO LABATE
Sempre in movimento. Sempre alla ricerca di un sentiero o di una vista inattesa. Tutto l’anno, da solo o in compagni. Viterbese è il signore della Tuscia e della Maremma.
» 12 – 18 apr «
A spasso con i briganti: Tra Tuscia e Maremma
» 23 – 26 apr «
» 24 – 27 set «
Argentario, l’isola che non c’è
» 1 – 9 mag «
Sulle tracce degli Antichi Romani
» 30 mag – 3 giu «
Le Isole dei pirati – Giglio e Giannutri
» 25 – 28 giu «
L’Anello magico degli etruschi – Da Orvieto a… Orvieto
» 12 – 18 set «
Camminalago Bolsena

RICCARDO CARNOVALINI
È il punto di riferimento del mondo del camminare in Italia. Da 35 anni viaggia e racconta il territorio con fotografie e parole.
» 3 – 6 apr «
La vita è un viaggio da fare a piedi – Rifugio Isera, Corfino (LU)

SALVATORE CALICCHIO
Ama i sentieri che costeggiano il mare, ama coltivare la terra, ama la sua piccola vigna e il suo frutteto, ama gli animali e naturalmente ama camminare.
» 1 – 8 ago «
» 8 – 15 ago «
» 15 – 22 ago «
» 22 – 29 ago «
Dai monti al mare – Cilento

TOTÒ INGUSCIO
È un tipo di poche parole ma camminando si trasforma in loquace oratore. Questo accade perché ama profondamente la sua terra, il Salento.
» 30 mag – 2 giu «
Una via verde sull’acqua
» 14 – 19 set «
Mare, dune, grotte e pescatori – Salento